Cerca
Close this search box.

Esempi di strategie di marketing: all’americana o all’italiana?

Indice dei contenuti
Marketing all'americana e Marketing all'italiana - Factory Communication

Esempi di strategie di marketing e tu come lo fai, all’americana o all’italiana? Il marketing intendo, cosa avevi capito!?
Il marketing all’americana ed il marketing all’italiana sono come due pianeti dello stesso sistema solare, simili nella forma ma differenti nelle caratteristiche.

In un’era in cui è proprio il marketing a scandire le mode, i trend, gli acquisti e tutto ciò che riguarda il flusso economico di ogni paese, è essenziale, se non vitale, sfruttare uno strumento così potente per emergere nel mercato e farsi notare.

Come per ogni cosa, esistono strategie di Marketing e comunicazione diverse, per catturare l’attenzione dei consumatori. In base alle loro abitudini o al modo di pensare infatti è possibile che strategie usate in America non apportino gli stessi risultati in Italia. Ma di questo ne parleremo a breve.

Per far maggiormente chiarezza, abbiamo pensato di mettere in comparazione il marketing all’americana con il marketing italiano, sottolineando le differenze sostanziali tra i due metodi di comunicazione commerciale e cercando di capire se l’uno possa attingere dall’altro al fine di creare un’unica strategia vincente.

Esempi di strategie di marketing: all’americana

Il prodotto giusto al momento giusto

Partiamo dal presupposto che il marketing in America sia ormai un linguaggio largamente conosciuto ed utilizzato nel mercato, ormai da decenni.

Basti pensare a tutte quelle pubblicità degli anni ’50 o ’60 che hanno reso brand o prodotti, all’epoca sconosciuti, colossi commerciali noti in tutto il mondo.

Il segreto del modo di fare marketing all’americana, sta nel fatto che il primo step che designa una strategia di marketing efficace in grado di generare profitti, sia quello di analizzare e studiare in maniera approfondita, prima ancora di creare e proporre sul mercato un servizio o un prodotto, i seguenti aspetti:

  • La richiesta di mercato
  • Le buyer persona che potrebbero essere interessate ad un determinato servizio o prodotto
  • Eventuali competitor
  • Eventuali bisogni o necessità del pubblico target di riferimento
  • Se esistono prodotti analoghi e a quale fascia di prezzo appartengono

Solo dopo aver analizzato questi aspetti e strutturato una strategia di marketing efficace, il processo si conclude con la creazione del servizio o prodotto, il quale verrà successivamente promosso attraverso campagne di marketing massive.

Nel metodo all’americana, è il marketing stesso ad essere il protagonista ed è un marketing “predittivo”. In sostanza viene creato un prodotto su misura in base alle richieste del mercato. Il prodotto giusto al momento giusto!

Esempi di strategie di marketing: all’italiana

Quando il marketing diventa una conseguenza

A differenza del marketing all’americana, che parte dall’analisi di mercato fino alla creazione del prodotto o servizio, quello all’italiana si focalizza principalmente sul prodotto curando aspetti come qualità e/o utilità. Solo successivamente viene studiata una strategia di marketing ad hoc, in modo da far arrivare il prodotto ed il brand alle giuste persone. In questo caso il marketing diventa una conseguenza.

Un approccio di questo tipo è l’ideale quando l’obbiettivo dell’azienda è quello di imporsi come brand su un nuovo mercato oppure battendo i competitor in termini di qualità o efficienza in un mercato preesistente.

Senza questi requisiti, un approccio di questo genere potrebbe rivelarsi estremamente rischioso. Non effettuando un processo approfondito di analisi prima di lanciare un nuovo prodotto infatti, ci si potrebbe rendere conto solo alla fine che questo servizio non ha mercato, che il pubblico di destinazione ha delle esigenze diverse da quelle offerte oppure che il mercato è saturo e non c’è abbastanza domanda.

E se applicassimo il marketing all’americana al mercato italiano? Vediamo dunque se è possibile costruire una strategia di questo genere.

Marketing all'americana e all'italiana - Factory Communication

Il marketing all’americana può essere efficace nel mercato italiano?

Abbiamo appena analizzato le differenze sostanziali tra i due modi di fare marketing, e la domanda sorge spontanea: è possibile strutturare il marketing per la propria azienda prendendo spunto dal metodo americano?

Possiamo benissimo dire che i due tipi di approcci hanno gli stessi elementi ma vengono disposti in modo diverso durante durante tutto il processo, producendo alla fine risultati diversi tra loro.

Non è detto che cambiare il tipo di approccio possa portare ad un risultato diverso in quanto, i fattori da considerare che influiscono massivamente nel mercato italiano o americano riguardano:

  • La mentalità dei consumatori e degli imprenditori
  • La disponibilità di risorse e la volontà di investimento nel marketing da parte dell’imprenditore

Questi due fattori differiscono molto tra Italia e USA in quanto in America, a differenza dell’Italia, la mentalità dei consumatori tende ad accettare il marketing in maniera estremamente naturale e senza frizioni. Questo automaticamente stimola l’imprenditore americano ad investire maggiori risorse destinate al marketing dell’azienda.

C’è anche da dire che spesso le strategie di marketing all’americana potrebbero risultare piuttosto aggressive ed invasive agli occhi di un consumatore italiano ma un’attenta analisi di mercato preliminare, potrebbe sicuramente ottimizzare il risultato finale e renderlo più efficace.

Ovviamente, è possibile prendere ispirazione dal metodo americano ma è importante valutare e studiare approfonditamente il contesto in cui decidiamo di far crescere il nostro business e se il mercato è predisposto o meno ad un approccio di questo tipo.

Esempi di strategie di marketing comuni

Riportiamo alcune delle azioni di marketing più utilizzate

Content Marketing

Il Content Marketing si basa sulla creazione e distribuzione di contenuti rilevanti, utili e coinvolgenti per attirare e coinvolgere il pubblico target. Questi contenuti possono includere blog post, video, guide, ebook, podcast, infografiche, ecc.

Social Media Marketing

Il Social Media Marketing o SMM coinvolge l’uso dei social media per raggiungere e coinvolgere il pubblico target. Le aziende possono utilizzare piattaforme come Facebook, Instagram, Twitter, LinkedIn, YouTube, ecc., per pubblicare contenuti, interagire con i follower, promuovere prodotti/servizi e gestire la reputazione online.

Influencer Marketing

In questa strategia, le aziende collaborano con persone influenti sui social media (gli influencer) per promuovere i loro prodotti/servizi. Gli influencer hanno un seguito consolidato e credibile, e la loro raccomandazione può influenzare le decisioni di acquisto dei loro follower.

Email Marketing

L’email marketing è una strategia che si basa sull’invio di email mirate e personalizzate ai clienti e ai potenziali clienti.
Le email possono essere utilizzate per promuovere offerte speciali, annunciare nuovi prodotti/servizi, fornire contenuti rilevanti e altro ancora.

SEO (Search Engine Optimization)

La Strategia SEO si concentra sull’ottimizzazione del sito web e dei contenuti online per migliorare il posizionamento nei risultati di ricerca organica sui motori di ricerca come Google.
Ciò include l’uso di parole chiave rilevanti, la creazione di contenuti di qualità, l’ottimizzazione tecnica del sito e la costruzione di link.

PPC (Pay-Per-Click) Advertising

Le Campagne PPC si riferiscono alla pubblicazione di annunci online sui motori di ricerca o su piattaforme di social media.
In questo caso l’inserzionista paga solo quando un utente fa clic sull’annuncio. Le piattaforme più comuni per la pubblicità PPC includono Google Ads, Meta Ads (Facebook ed Instagram) e TikTok Ads.

Strategie di marketing: come renderle efficaci

Ci sono diversi elementi che contribuiscono all’efficacia di una strategia di marketing, tra cui:

  • Targeting Pertinente: La strategia deve essere mirata al pubblico giusto, ossia coloro che sono più propensi ad essere interessati ai prodotti/servizi dell’azienda.
  • Coerenza e Coesione: Tutti gli aspetti della strategia devono essere coerenti tra loro e rispecchiare l’identità e i valori del brand.
  • Misurazione e Analisi: È fondamentale monitorare e valutare le prestazioni della strategia di marketing attraverso metriche chiave come il traffico del sito web, le conversioni, l’engagement sui social media, il tasso di apertura delle email, ecc.
  • Adattabilità: Una strategia efficace deve essere flessibile e adattabile alle mutevoli esigenze del mercato e alle risposte del pubblico.
  • Creatività: L’originalità e la creatività nelle attività di marketing possono catturare l’attenzione del pubblico e differenziare l’azienda dai concorrenti.

Se non sai da dove iniziare, non preoccuparti, Factory Communication è il partner ideale che ti aiuterà a far decollare il tuo nuovo prodotto.

Articoli consigliati:

CONDIVIDI SU: