Cerca
Close this search box.
Logotipo FACTORY COMMUNICATION
Cerca
Close this search box.

FAQ

Algoritmo social network

Algoritmo social network. Cos’è e come funziona!

DEFINIZIONE

Gli algoritmi social network sono quell’insieme di fattori che decidono quali post mostrare e a quali persone.
Decretano in questo modo il successo o l’insuccesso di una strategia social media. I dati che compongono gli algoritmi social si evolvono ed aggiornano in continuazione.

Considerare gli algoritmi durante lo sviluppo di una strategia di marketing è fondamentale perché ti permette di ottimizzare la visibilità dei tuoi contenuti.

Ti consente, inoltre, di raggiungere il tuo pubblico target (buyer persona) in modo efficace.

Algoritmo social network: Facebook

icona stilizzata del social network Facebook

Facebook, dalla sua nascita, ha registrato diverse modifiche nel suo algoritmo.
A seguito dell’affollamento della piattaforma, spesso causato anche dalla pubblicazione di contenuti di scarso valore, il social network più utilizzato al mondo (circa 2 miliardi di utenti attivi giornalieri) ha fatto un’inversione di marcia, decidendo di dare più risalto alle persone e non alle aziende.

Questo cosa significa? Semplicemente vuol dire che, tutti i marchi presenti sulla piattaforma sono “costretti” ad investire in advertising per ottenere una maggior visibilità.

Facebook guadagna dalle inserzioni, quindi dagli investimenti dei vari brand che decidono di utilizzarlo per promuoversi e per raggiungere un pubblico più ampio.

Se ti stai chiedendo se ha ancora senso usare Facebook per la tua azienda, la risposta è sì.
Nessuna piattaforma di promozione è gratuita, e nemmeno il social di Menlo Park lo è.

Come dicevamo, gli algoritmi dei social network sono importanti perché determinano quali post mostrare e a quali persone.

Questo significa che influenzano direttamente il successo o l’insuccesso della tua strategia social media.

Ad esempio, comprendere l’algoritmo di Facebook ti aiuta a capire come ottenere maggiore visibilità organica e quando è necessario investire in pubblicità.

Algoritmo social network: Instagram

icona stilizzata del social network Facebook

Instagram, in un suo recente comunicato stampa, ha svelato l’esatto funzionamento del suo algoritmo. Se al momento della sua nascita, il social network fotografico mostrava i post pubblicati in ordine cronologico, ad oggi ci troviamo con un feed basato sulla pertinenza.

Secondo i dati Instagram, prima di questa modifica di algoritmo, gli utenti non riuscivano a vedere il 70% di tutti i post ed il 50% di quelli pubblicati dagli amici.

Dati alla mano, è stato dimostrato che la variazione abbia portato gli iscritti alla piattaforma a vedere il 90% dei post dei propri amici, oltre che quelli delle aziende seguite.

Andiamo ora a vedere com’è cambiato l’algoritmo e quali sono i fattori che contribuiscono alla visione dei post dei “seguiti” su Instagram, che si possono riassumere come:

  • interesse;
  • recency;
  • relazione.

Tutto parte dalla previsione da parte di Instagram del potenziale engagement di un contenuto pubblicato.

Questa viene effettuata attraverso l’intelligenza artificiale, in grado di comprendere i contenuti simili in passato apprezzati dai singoli utenti, ecco perché si parla di interesse.

Altro fondamentale è la recency, ovvero il tempismo con il quale un post video o fotografico viene pubblicato.

Anche se di minor importanza rispetto al passato, il fattore temporale resta comunque uno degli ingredienti che compongono il nuovo algoritmo.

In ultimo, ma non certo per importanza, su Instagram contano le relazioni.
L’intelligenza artificiale verifica il rapporto tra gli utenti, scegliendo di mostrare i post delle persone più vicine, calcolando le interazioni tra loro.

A questi tre criteri si aggiungono poi altri fattori minori come la frequenza di accesso all’app, il numero di persone seguite e perfino la durata delle sessioni.

Algoritmo social network: LinkedIn

icona stilizzata del social network Linkedin

Su LinkedIni contenuti sono molto più longevi rispetto a Facebook. Questo avviene proprio perché il suo algoritmo è studiato per mostrare tutti quei post che possono interessare ad un utente.

Insomma, maggiore sarà la cura che avrai del tuo profilo LinkedIn e nelle relazioni, maggiori saranno le probabilità di ottenere un alto engagement con il tempo.

L’algoritmo di LinkedIn tiene conto di diversi fattori per determinare quali contenuti mostrare agli utenti. Alcune delle caratteristiche principali dell’algoritmo di LinkedIn includono:

  • Cronologia dei contenuti postati: L’algoritmo tiene conto della frequenza e della qualità dei contenuti che un utente pubblica sul proprio profilo. Più un utente pubblica contenuti rilevanti e di valore, maggiori sono le probabilità che il suo contenuto venga mostrato ad altri utenti.
  • Forza delle connessioni: L’algoritmo considera anche la forza delle connessioni tra un utente e le persone nella sua rete professionale. Se un utente ha molte connessioni forti e interagisce regolarmente con loro, è più probabile che i loro contenuti vengano mostrati all’utente.
  • Interazioni degli utenti: L’algoritmo tiene conto delle interazioni degli utenti con i contenuti. Se un utente interagisce regolarmente con i contenuti di un altro utente (ad esempio, commentando o condividendo), è più probabile che i contenuti di quell’utente vengano mostrati all’utente.
  • Rilevanza dei contenuti: L’algoritmo cerca di mostrare agli utenti i contenuti più rilevanti in base ai loro interessi e alle loro preferenze. Utilizza l’intelligenza artificiale per analizzare i contenuti che un utente ha interagito in passato e cerca di mostrare contenuti simili che potrebbero interessare all’utente.
  • Feedback degli utenti: L’algoritmo tiene conto anche del feedback degli utenti. Se un utente segnala un contenuto come spam o inappropriato, l’algoritmo potrebbe ridurre la visibilità di quel contenuto.

Queste sono solo alcune delle caratteristiche dell’algoritmo di LinkedIn. È importante notare che l’algoritmo di LinkedIn può evolversi nel tempo e potrebbero essere apportate modifiche per migliorare l’esperienza degli utenti.

Algoritmo social network: Twitter

icona stilizzata del social network Twitter

L’algoritmo di Twitter è stato introdotto per migliorare l’esperienza degli utenti mostrando loro i tweet più rilevanti e interessanti. Alcune delle caratteristiche principali dell’algoritmo di Twitter includono:

  • Pertinenza: L’algoritmo di Twitter cerca di mostrare agli utenti i tweet più rilevanti in base ai loro interessi e alle loro preferenze. Utilizza l’intelligenza artificiale per analizzare i tweet che un utente ha interagito in passato e cerca di mostrare tweet simili che potrebbero interessare all’utente.
  • Popolarità: L’algoritmo tiene conto anche della popolarità dei tweet. Se un tweet sta ricevendo molte interazioni, come retweet, like e commenti, è più probabile che venga mostrato ad altri utenti.
  • Recency: Anche se l’algoritmo di Twitter tiene conto della pertinenza e della popolarità dei tweet, il fattore temporale resta comunque importante. I tweet più recenti hanno maggiori probabilità di essere mostrati agli utenti.
  • Interazioni degli utenti: L’algoritmo tiene conto delle interazioni degli utenti con i tweet. Se un utente interagisce regolarmente con i tweet di un altro utente (ad esempio, retweetando o rispondendo), è più probabile che i tweet di quell’utente vengano mostrati all’utente.
  • Connessioni: L’algoritmo considera anche le connessioni tra gli utenti. Se un utente segue un altro utente e interagisce regolarmente con i suoi tweet, è più probabile che i tweet di quell’utente vengano mostrati all’utente.

È importante notare che l’algoritmo di Twitter può evolversi nel tempo e potrebbero essere apportate modifiche per migliorare l’esperienza degli utenti.

Algoritmo di TikTok

icona stilizzata del social network TikTok

L’algoritmo di TikTok è progettato per mostrare agli utenti contenuti pertinenti e coinvolgenti. Ecco alcune caratteristiche chiave dell’algoritmo di TikTok:

  1. Raccomandazioni personalizzate: L’algoritmo di TikTok analizza il comportamento degli utenti, come i video che guardano, gradiscono e condividono, per creare un feed personalizzato. Prende in considerazione fattori come le preferenze dell’utente, gli interessi e le interazioni precedenti per raccomandare i video che probabilmente interessano all’utente.
  2. Pagina per te: La pagina For You (FYP) è il feed principale di TikTok, dove gli utenti scoprono nuovi contenuti. L’algoritmo seleziona i video di un’ampia gamma di creatori e li presenta agli utenti in base alle loro preferenze. La FYP è progettata per offrire un’esperienza di contenuti diversificata e coinvolgente.
  3. Metriche di coinvolgimento: L’algoritmo di TikTok prende in considerazione diverse metriche di coinvolgimento, come i like, i commenti, le condivisioni e il tasso di completamento del video, per determinare la popolarità e la rilevanza di un video. I video che ricevono un elevato coinvolgimento hanno maggiori probabilità di essere mostrati a un pubblico più ampio.
  4. Sfide e hashtag di tendenza: L’algoritmo di TikTok tiene conto anche della popolarità delle sfide e degli hashtag di tendenza. Identifica i video che partecipano a sfide popolari o che utilizzano hashtag di tendenza e li promuove a un pubblico più ampio.
  5. Contenuti diversificati: L’algoritmo di TikTok mira a fornire una gamma diversificata di contenuti agli utenti. Assicura che gli utenti siano esposti a diversi tipi di video, creatori e argomenti, promuovendo l’inclusività e la scoperta.

È importante notare che l’algoritmo di TikTok è in continua evoluzione e viene aggiornato per migliorare l’esperienza degli utenti.

La piattaforma introduce regolarmente nuove funzionalità e modifiche per garantire che agli utenti vengano presentati i contenuti più pertinenti e coinvolgenti.

Come funziona l’algoritmo di YouTube

icona stilizzata del social network YouTube

L’algoritmo di YouTube è un sistema complesso che determina quali video vengono mostrati agli utenti sulla piattaforma.

L’obiettivo principale dell’algoritmo di YouTube è quello di fornire agli utenti contenuti rilevanti e interessanti che li tengano impegnati sulla piattaforma.

Ecco alcuni dei fattori che l’algoritmo di YouTube considera per determinare quali video mostrare agli utenti:

  • Rilevanza: L’algoritmo di YouTube analizza il titolo, la descrizione e le etichette dei video per capire di cosa tratta il contenuto. Cerca di mostrare agli utenti video che sono rilevanti per i loro interessi e preferenze.
  • Coinvolgimento: L’algoritmo di YouTube tiene conto dell’interazione degli utenti con i video. Se un video riceve molti like, commenti, condivisioni e visualizzazioni, è più probabile che venga considerato come un contenuto di alta qualità e venga mostrato a un pubblico più ampio.
  • Tempo di visione: L’algoritmo di YouTube considera anche il tempo di visione dei video. Se un video viene visualizzato per un lungo periodo di tempo, significa che sta mantenendo l’attenzione degli utenti e potrebbe essere considerato come un contenuto di qualità.
  • Storia di visualizzazione: L’algoritmo di YouTube tiene traccia della storia di visualizzazione degli utenti. Se un utente ha visualizzato e apprezzato video simili in passato, l’algoritmo potrebbe suggerire altri video dello stesso genere.
  • Tendenze e popolarità: L’algoritmo di YouTube tiene conto anche delle tendenze e della popolarità dei video. Se un video sta diventando virale o è molto popolare tra gli utenti, potrebbe essere mostrato a un pubblico più ampio.

È importante notare che l’algoritmo di YouTube è soggetto a modifiche e aggiornamenti regolari per migliorare l’esperienza degli utenti e garantire la qualità dei contenuti mostrati.

Algoritmo dei social network: Pinterest

icona stilizzata del social network Pinterest

L’algoritmo di Pinterest è progettato per mostrare agli utenti contenuti rilevanti e interessanti in base ai loro interessi e preferenze. Ecco alcune delle caratteristiche principali dell’algoritmo di Pinterest:

  • Pertinenza: L’algoritmo di Pinterest analizza i contenuti che un utente ha interagito in passato, come i Pin che ha salvato, i board che ha creato e le ricerche che ha effettuato. Utilizzando queste informazioni, l’algoritmo cerca di mostrare contenuti simili che potrebbero interessare all’utente.
  • Qualità del contenuto: L’algoritmo di Pinterest tiene conto della qualità del contenuto. Cerca di mostrare contenuti originali, autentici e di alta qualità che offrano valore agli utenti. I Pin con immagini di alta qualità, descrizioni informative e link pertinenti hanno maggiori probabilità di essere mostrati agli utenti.
  • Popolarità: L’algoritmo di Pinterest considera anche la popolarità dei Pin. Se un Pin sta ricevendo molte interazioni, come salvataggi, condivisioni e clic, è più probabile che venga mostrato a un pubblico più ampio.
  • Diversità dei contenuti: L’algoritmo di Pinterest cerca di fornire una varietà di contenuti agli utenti. Cerca di evitare di mostrare troppi Pin simili consecutivamente e cerca di presentare una gamma diversificata di argomenti e stili.
  • Fattori temporali: Anche se la pertinenza e la qualità del contenuto sono importanti, l’algoritmo di Pinterest tiene conto anche del fattore temporale. I Pin più recenti hanno maggiori probabilità di essere mostrati agli utenti.
  • Feedback degli utenti: L’algoritmo di Pinterest tiene conto anche del feedback degli utenti. Se un utente segnala un Pin come spam o inappropriato, l’algoritmo potrebbe ridurre la visibilità di quel Pin.

È importante notare che l’algoritmo di Pinterest è soggetto a modifiche e aggiornamenti per migliorare l’esperienza degli utenti e garantire la qualità dei contenuti mostrati.

Sostanzialmente possiamo dire che, considerare gli algoritmi dei social network ti aiuta a massimizzare l’efficacia della tua strategia di marketing e a ottenere risultati migliori.

CONDIVIDI SU:
WhatsApp
LinkedIn
Facebook
Email
Twitter
Pinterest
Facebook