Cerca
Close this search box.
Logotipo FACTORY COMMUNICATION
Cerca
Close this search box.

FAQ

Generazione Z

Definizione

La Generazione Z o Centennials identifica le persone nate dopo i Millennials (infatti sono definiti anche come Post-Millennials)ed è generalmente circoscritta tra le persone nate dal 1997 al 2010

Generazione Z: che cos’è

In un mondo fatto di sigle ed acronimi, forse questa ce lo potevamo risparmiare. L’avvento di internet ed i Social ci ha abituato a dare un etichetta, in gergo TAG, ad ogni situazione, corrente o moda.

Quindi possiamo definire la Generazione Z quella che arriva dopo la Generazione Y, giusto per dare un’altra definizione.

Cioè coloro che sono nati, in linea di massima, a cavallo del nuovo millennio e quindi fanno parte del nuovo “secolo” da li la definizione di Centennials o Post-Millennials.

Caratteristiche della Generazione Z

Un aspetto importante della Generazione Z è l’utilizzo di Internet in modo “naturale” sin dalla nascita, con forte predisposizione all’utilizzo della tecnologia e i social media.

Infatti definiamo queste generazioni anche Nativi Digitali.

L’uso dei Social è parte significativa ed integrata nel processo di socializzazione è il modo naturale di “stare” nella Comunità, di partecipare ad ogni sua iniziativa, locale e/o globale.

Gen Z Consumers: chi sono, cosa si aspettano

Le scelte di acquisto della Gen Z sono purpose driven, molto più che quelle dei millennial. Anche se pochi brand hanno già intuito come relazionarsi con questi giovani consumatori, il futuro delle aziende dipende da loro.

Rivolgersi a questi consumatori mette i brand davanti a una sfida tutta nuova.

Ecco un identikit della generazione Z:

  1. Giovanissimi, tra i 13 e i 26 anni;
  2. Sono la prima generazione nativa digitale: non hanno mai conosciuto il mondo prima di Internet e del cellulare in tasca;
  3. Non distinguono tra la vita online e offline: sono “onlife”;
  4. Alcuni hanno una vera e propria dipendenza dalla tecnologia;
  5. Sposano più spesso cause sociali rispetto ai loro predecessori: clima, comunità LGBTQ+, gender equality ecc;
  6. Fanno scelte consapevoli. Ad esempio? Consumano meno alcol;
  7. Non misurano la realizzazione personale dalla retribuzione lavorativa;
  8. Le loro scelte di acquisto sono fortemente influenzate da fattori etici e dal social impact delle aziende.
CONDIVIDI SU:
WhatsApp
LinkedIn
Facebook
Email
Twitter
Pinterest
Facebook