skip to Main Content
Visual Storytelling: Qual è La Tua Storia?

Visual storytelling: qual è la tua storia?

Considera questo: secondo Hubspot, i tuoi contenuti possono generare il 94% di visualizzazioni in più se aggiungi elementi visivi e grafici attraenti. Un’immagine, o un video, è in grado di racchiudere una storia o un concetto complesso in una singola immagine, e sedurre chi sta guardando.

Perché il visual storytelling funzioni davvero, non basta corredare il tuo sito o i tuoi post con foto random, ma devono essere realizzati con cura. Il tuo contenuto visivo merita molto di più di qualche secondo perso su qualche sito di immagini stock.  Alla base deve esserci una struttura narrativa ben pensata e riconoscibile: rispetta(sempre) le 5 W del giornalismo (Who? What? Where? When? Why?).

Ricordati che il  pubblico formerà le loro idee e le loro impressioni sulla base delle immagini che offrirai loro. Che cosa stanno comunicando le tue immagini sul tuo brand?

Sei un brand divertente? Innovativo e all’avanguardia? Creativo e fuori dagli schemi? Oppure elegante e raffinato? È possibile trasmettere tutto ciò con una buona e coerente strategia di visual storytelling.

Ecco 3 paroline magiche da tenere ben impresse nella mente: autenticità, percezione, pertinenza. Scopriamole insieme.

Visual storytelling: l’autenticità

Tra selfie, emoji e meme, siamo degli onnivori di contenuti visivi. Ti sei mai chiesto cosa desidera il tuo pubblico? Sicuramente non scorte di detergenti per superfici o foto promozionali, molto ma molto di più: ha bisogno di momenti memorabili, concreti e sinceri. Prova a raccontare, con l’aiuto degli elementi visivi e grafici, qualcosa di significativo e rilevante: prova a raccontare chi sei davvero. Il pubblico apprezzerà la tua onestà, e si farà guidare dalle emozioni.

Tips

  • Pensa alla personalità del tuo brand. È spiritoso e divertente? Delicato e moderno? Scopri quali colori, design ed immagini sono autentici per la tua identità aziendale.
  • Divertiti con immagini o fotografie che creano una connessione emotiva con il tuo pubblico mentre racconti una storia. Attenzione a non andarci troppo pesante con immagini pop-culture, meme o qualsiasi cosa che stoni con il tuo brand.
  • Non dimenticarti di monitorare i tuoi feedback per capire quali elementi visivi sono in linea con il tuo pubblico per la creazione di nuovi contenuti. Prova a sperimentare video e immagini con l’A/B test, è un ottimo modo per capire cosa funziona e cosa no.

Visual storytelling: la percezione

Una buona immagine non solo soddisfa l’occhio, ma crea una sinestesia che coinvolge tutti i sensi. Le immagini vanno ben oltre la comunicazione di un luogo o di un prodotto: possono trasmettere gioia e positività, evocare nostalgia o trasmettere modernità e innovazione.

Ricordi la campagna Real Beauty di Dove? Ecco, questo è un esempio potentissimo di video storytelling, non solo perché è stata giudicata la migliore campagna marketing del 21° secolo, ma soprattutto perché è riuscita a rivoluzionare il concetto di bellezza, intercettando un punto sensibile nella società e colmandolo con emozione e originalità. Dove Real Beauty pone l’accento sulla percezione che le donne hanno di se stesse e della propria bellezza, puntando a far capire che una propria visione in positivo è importante, che la bellezza deve essere fonte di autostima e non di ansia e paure. In questo modo Dove è riuscita ad aumentare la propria credibilità di brand con un prodotto pensato per le donne vere, che ha come testimonial donne comuni.

Tips

  • Scegli immagini forti e impattanti, lascia perdere le immagini stock, renderanno il tuo brand impersonale e freddo, cerca piuttosto di personalizzarle con le tue idee.
  • Gioca con le prospettive. Prova ad evidenziare solo dei dettagli per incuriosire il pubblico e invitarlo a cogliere i micro e macro elementi.
  • Non inventare e non andare troppo di fantasia. Usa una storia vera che parli di te, del tuo team e della tua realtà. Gli utenti lo apprezzeranno moltissimo.

Visual storytelling: la pertinenza

Pensa se un’immagine potrà davvero parlare ai tuoi utenti finali e adattarsi ai loro valori e alla loro personalità.

Tips

  • Non restare mai generico. Prendi una posizione su un tema sociale o etico, e scegli immagini coraggiose che illustrano i valori del tuo brand, tenendo presente il tuo target chiave. Non aver paura di osare, sfrutta la tecnica dell’unconventional e differenziati dalla massa.
  • Resta pertinente al contesto in cui stai presentando le immagini.
  • Fatti conoscere realmente dal tuo pubblico. Non fare indigestione di messaggi eccessivamente promozionali, stufano e annoiano.

È tempo di osare, non restare in panchina , raccontati e tira fuori la personalità del tuo brand: show, don’t tell!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Visual storytelling: qual è la tua storia?

Back To Top
Cerca