Cerca
Close this search box.

Come fare Local SEO: breve guida for beginners

Indice dei contenuti

Scopri come la Local Seo può aumentare la visibilità della tua attività

Fare local SEO significa attivare uno strumento molto potente per le piccole imprese che lavorano su un territorio circoscritto.
Le ricerche hanno dimostrato che ben 4 consumatori su 5 utilizzano Google per trovare informazioni relative ad attività locali. Questo significa che, se la tua azienda non è ottimizzata per la local search, potresti arrivare a perdere l’80% dei tuoi potenziali clienti.

Per aiutarti con l’ottimizzazione della tua attività per la local SEO, abbiamo creato una guida passo-passo che ti aiuterà a conoscere gli strumenti necessari per migliorare la tua immagine online e sul territorio.

Cos’è la local SEO

“La local SEO è quella strategia che aiuta le aziende a promuovere i propri prodotti e / o servizi a clienti e lead posizionati su un determinato territorio.”

Una strategia di Local SEO punta a migliorare il posizionamento locale di un sito web sui motori di ricerca.

Lo scopo è quello di migliorare la visibilità del nostro sito, in una specifica area geografica.

Questo ramo della SEO (Search Engine Optimization), è molto utile nel caso in cui volessimo promuovere una nostra attività, che eroga servizi a diretto contatto con il pubblico. Quindi è il caso di negozi fisici, hotel, ristoranti, artigiani, studi dentistici ecc.

Non sono rare infatti le ricerche come “idraulico a Milano”, “elettricista a Roma” ecc.

Questo tipo di ricerca, basata sulla Local SEO, prende il nome di Local Search.

Considerando che attualmente le ricerche più gettonate riguardano i “near me”, ovvero “vicino a me”, studiare una strategia di posizionamento locale è diventato fondamentale. Soprattutto con l’arrivo degli smartphone.

Infatti, proviamo ad effettuare una qualsiasi ricerca su Google, per esempio di un ristorante cinese. Grazie alla geolocalizzazione, i primi risultati che compariranno nella ricerca saranno proprio i ristoranti di cucina cinese più vicino a noi.

Per raggruppare le informazioni dedicate alla ricerca in local, i motori di ricerca si basano su un algoritmo che permette di restituire all’utente i risultati più pertinenti.

Prima di addentrarci nel dettaglio per vedere come realizzare una buona strategia di Local SEO è importante capire chi può trarne particolare beneficio.

Come prima cosa è importante dire che queste strategie rientrano nelle attività realizzate sul Web e sono principalmente rivolte ad attività locali, ne citiamo solo alcune come esempio:

  • Bar, Ristoranti, Pizzerie, Pub etc..
  • Studi Medici, Dentistici etc..
  • Centri Benessere, Palestre, Centri Estetici etc…
  • Artigiani e Commercianti
  • Negozi di ogni tipo

Per comodità non abbiamo riportato tutte le categorie merceologiche.

Possiamo dire che se la tua attività serve un bacino di Clienti nel raggio di 10/15 Km la Local SEO può sicuramente aiutarti a trovare nuovi Clienti.

Leggendo questo articolo scoprirai come la Local SEO, tramite una scheda su Google My Business, ti permette di trovare tanti clienti di “passaggio”.

Ora vediamo nel dettaglio che cosa è possibile fare.

Local SEO e Google My Business

Anche in questo caso ci viene in aiuto Google che ha strutturato un servizio che si chiama Google My Business.

Per essere precisi non è un nuovo servizio, perché ha ereditato una parte di funzionalità di Google Plus.
Social Network di Google che chiuderà i battenti il 31 marzo, ed ha integrato le funzionalità, ormai note a tutti, di Google Maps.

Credo che gran parte di noi, ogni giorno, quando deve cercare una nuova pizzeria, il negozio per fare il duplicato delle chiavi di casa, l’Agenzia Immobiliare per affittare un appartamento, come prima cosa, esegue una ricerca su Google.

Quello che noi digitiamo in Google per trovare quello che ci serve, si chiamano Parole Chiave. Forse più conosciute con il termine inglese Keywords e fanno parte di quello che viene definito “Traffico Organico“.

KeywordsTraffico Organico, SEO (Search Engine Optimization) sono nuove terminologia venute alla ribalta con l’avvento di internet.

Fanno parte di quel nuovo mondo definito come web marketing.

Strategie di local SEO: le best practice

Per migliorare la tua presenza sul web nelle ricerche locali, ci sono tre cose che dovrai assolutamente fare:

  • Ottimizzare l’account Google My Business della tua azienda;
  • Migliorare la SEO on-page aggiornando il tuo sito web aziendale;
  • Lavorare con le digital PR per ottenere link in entrata e collaborazioni.

Ottimizzazione di Google My Business

Google My Business è diventato la chiave per la ricerca locale. Dal momento che Google ritiene che sia più idoneo condividere contenuti ed attività che può verificare, ha ideato My Business: lo strumento gratuito offerto alle aziende per soddisfare le ricerche degli utenti.

Creare una pagina su Google My Business è molto semplice: ti basterà aprire un account inserendo tutte le informazioni che potrebbero essere utili all’utente (es. indirizzo, orari di apertura, numero di telefono e così via) e richiederne la verifica. Inoltre, puoi incoraggiare i tuoi clienti a condividere le loro recensioni, rispondendo sia a quelle buone, sia a quelle che muovono critiche nei confronti della tua attività, in modo da fornire un quadro completo a coloro che ti cercheranno sul motore di ricerca più utilizzato al mondo.

Aggiorna il tuo sito web

Ora che hai compreso come ottimizzare la tua attività su Google My Business, dovrai mettere in atto la seconda tecnica per migliorare la tua visibilità: lavorare sulla local SEO.

Migliora la tua struttura interna

Hai presente Wikipedia? Questo è un ottimo esempio quando si parla di collegamenti interni ben strutturati. Sebbene i link esterni che puntano al tuo sito web siano fondamentali per migliorare l’autorevolezza ed il posizionamento, anche creare una buona struttura di link interni contribuisce a migliorare la SEO.

Una buona link building interna permette di facilitare la navigazione all’interno del sito, contribuisce a creare un’architettura di informazioni ed una specifica gerarchia ed aiuta a solidificare l’autorità delle pagine web.

Ottimizza URL, SEO title, intestazioni, meta description e contenuti

Quando redigi contenuti sul blog del tuo sito web ti stai offrendo un’opportunità per essere trovato tra i risultati dei motori di ricerca. Ogni volta che scrivi un articolo, quindi, dovrai stare bene attento ad ottimizzarlo per i motori di ricerca utilizzando delle parole chiave specifiche da inserire non solo nel contenuto, ma anche nel SEO title, nell’intestazione e nella meta description.

Crea contenuti ritagliati per un target locale

Big G sta diventando sempre più intelligente (hai mai sentito parlare di Google Discover?) e questo significa che è in grado di comprendere e valorizzare quelli che sono contenuti di qualità, penalizzando quelli scritti con tecniche di black hat SEO.

Ma, mentre trattare argomenti generali ti aiuterà ad attirare un pubblico vasto, concentrarsi sulla redazione di news locali e settoriali ti permetterà di coinvolgere utenti della tua zona.

Quindi che fare? Il consiglio è quello di diventare un pilastro del tuo settore e nel tuo territorio, promuovendo ed organizzando incontri, condividendo notizie ed altri contenuti di tipo informativo sul tuo blog. Inoltre, non dimenticare di mettere in evidenza le storie di successo dei tuoi clienti ed i tuoi casi studio: questo aiuterà gli utenti ad avere un’idea definita di ciò che potrai fare per loro.

Ottimizza il tuo sito web per dispositivi mobili

La local search e la mobile search vanno a braccetto (9 utenti su 10 effettuano ricerche locali da smartphone). Gli utenti cercheranno facilmente recensioni, le indicazioni stradali o le informazioni di contatto. Se non lo hai ancora fatto, rendi più facile il lavoro ai tuoi potenziali clienti creando un sito web mobile friendly.

Il futuro è negli smartphone ed il recente passaggio di Google al mobile-first indexing, lo dimostra.

Fai digital PR

Terzo ed ultimo step per migliorare la tua SEO, anche a livello locale, è quello di lavorare con le digital PR per ottenere link in entrata (e collaborazioni).

Ottenere link che rimandano al tuo sito web è un’incredibile opportunità per potenziare la SEO: ognuno di essi, infatti, indica a Google che sei una buona azienda e, quando provengono da siti autorevoli, possono contribuire all’aumento dell’authority del tuo dominio.

Inizia con una rete di contatti personali che possono includere associazioni di categoria, rivenditori, fornitori, società affiliate e così via. Considera anche la possibilità di sponsorizzare un webinar o un meetup di un’altra azienda, organizzare un evento sul territorio, costruire relazioni con persone ed influencer di spicco.

Diventa un guest poster, parla e parla. Raccontati e crea un buzz intorno alla tua attività.

Esempio pratico: Local SEO di un ristorante

Ora vediamo nel dettaglio quello che succede.

L’esempio che riportiamo di seguito è relativo la ricerca effettuata per trovare un Ristorante di Pesce.

Grazie al Local SEO può trovare nuovi Clienti

Come potete vedere dall’immagine sopra riportata, la chiave di ricerca che abbiamo inserito è “ristorante di pesce”, sostanzialmente non abbiamo specificato la località, quindi Google interpreta questa ricerca come “Locale” cioè fammi vedere i ristoranti di pesce vicino alla mia posizione.

Per vostra informazione questo articolo è stato redatto nella sede operativa di Factory Communication a Mariano Comense, quindi Google ci mostra i ristoranti di pesce vicino a noi.

Probabilmente vi state dicendo che conoscete perfettamente i Ristoranti vicino a voi. Ma ne siete proprio sicuri?
È sufficiente allargare minimamente la mappa per vedere quante attività ci circondano.
Le avete veramente provate tutte?
E come fate a decidere qual è il ristorante giusto per voi? Forse le recensioni ed un po’ di informazioni in più ci aiutano a fare la giusta scelta. Che dite?

Non solo. Dobbiamo fare un viaggio di lavoro e piacere, in una nuova località e vogliamo fermarci per una pausa.
È la prima volta che facciamo questo viaggio e non abbiamo la più pallida idea di dove andare a mangiare. Sicuramente la giusta ricerca su Google ci permette di trovare il ristorante che fa per noi.

Come potete vedere dall’immagine il primo risultato proposto è relativo ad un ristorante di Milano, che ha deciso di farsi pubblicità e quindi ha inserito in Google un annuncio a pagamento.

Andiamo oltre.

Successivamente Google ci propone una mappa, con posizionati i Ristoranti di Pesce e subito dopo un breve elenco per effettuare una scelta rapida.

Con il Local SEO migliori la visibilità del tuo ristorante

È chiaro come sia strategico comparire nei primi risultati di ricerca. Questo dipende da quante informazioni avete inserito nella vostra scheda, ma soprattutto dal numero di recensioni dei vostri clienti.
Per Google è fondamentale dare subito la risposta giusta, solo così continueremo, tutti, ad utilizzare il suo motore di ricerca.

Come potete vedere sono visibili fin da subito le informazioni più importanti per decidere dove andare a mangiare:

  • commenti dei Clienti
  • se è considerato economico oppure no (€€)
  • l’orario di apertura
  • se è richiesta la prenotazione
  • che tipologia di locale è: informale, accogliente etc..

Oserei dire fantastico. Abbiamo già tantissime utili informazioni per decidere in quale ristorante andare a mangiare.

Se sei proprietario di un ristorante, pizzeria, pub etc… hai sicuramente capito quanto è utile Google My Business e quanto la local SEO o SEO Locale, può aiutarti per trovare nuovi Clienti.

Immaginatevi ogni giorno quante persone effettuano questa ricerca…. non pensate solamente a quelle che abitano vicino a voi ma a quelle migliaia di persone che si recano nella vostra zona per vacanza, lavoro, per trovare un amico o semplicemente, come succede spesso a me, che si perdono lungo il tragitto anche se utilizzano il navigatore.

Quante opportunità di trovare nuovi Clienti vi siete persi fino ad oggi?

Non facciamo prenderci dallo sconforto. Quindi diamoci dentro e vediamo come intercettare nuovi Clienti.

Come dicevamo qui ci può aiutare Google grazie al suo servizio gratuito Google My business.

Prima di entrare nel dettaglio e vedere che cosa si può fare e come, vediamo qual’è il risultato finale.

È sufficiente cliccare il nome di un ristorante e comparirà subito la scheda di Google My Business.

Hai un Ristorante? utilizza il Local SEO per trovare nuovi Clienti

Cliccando sulle due immagini potrete vedere il dettaglio della scheda. Google My Business permette di:

  • Inserire il link al proprio sito Web
  • Ottenere indicazioni stradali per raggiungere il luogo desiderato
  • Salvare il luogo nella propria Lista di preferiti, magari ci volete tornare un’altra volta
  • Vedere gli orari di apertura
  • Effettuare la prenotazione (cliccando sul sito se è stato specificato)
  • Effettuare subito una telefonata, da mobile i numeri di telefono sono subito attivi
  • Effettuare una domanda (come potete vedere nell’immagine), alla quale possono rispondere sia il Gestore della Pagina sia gli utenti generici
  • Gli orari in cui il locale è più affollato ed il relativo tempo di permanenza (state cercando un Ristorante dove passare un po di tempo con i vostri amici)
  • Le fotografie del Locale
  • Le recensioni degli utenti

Concorderete con me che sono informazioni utilissime per tutti coloro che stanno decidendo dove andare a mangiare e stanno organizzando una serata in compagnia, oppure semplicemente un pranzo di lavoro.

Pensate proprio in questo momento, mentre state leggendo questo articolo, decine di persone stanno guardando la vostra scheda su Google My Business.

Forse ora è più chiaro perché fare del Local SEO è estremamente importante.

Volete creare la vostra scheda su Google My business?

Vi consigliamo di leggere questo articolo che spiega passo passo che cosa fare.

Gli errori più diffusi quando le aziende fanno Local SEO

Sono aumentate le ricerche in mobilità, ecco perché qualsiasi azienda che abbia una presenza fisica deve necessariamente lavorare sulla Local SEO.

Una ricerca a cura di Marketing Signals ha evidenziato che due aziende su cinque non hanno un sito web ottimizzato per la Local SEO

Con il boom degli smartphone sono aumentate le ricerche in mobilità, ecco perché qualsiasi azienda che abbia una presenza fisica deve necessariamente lavorare sulla Local SEO.

Un sito web ottimizzato non è sufficiente per farsi trovare dagli utenti in un’area specifica. Una nuova ricerca a cura di Marketing Signals ha dimostrato che le entrate perse a causa di errori Local SEO sono davvero alte e dallo stesso report è emerso che il 37% delle aziende locali non ha nemmeno una scheda Google My Business verificata per la propria attività. Inoltre, il 32% delle aziende non è nemmeno in possesso di un sito web ottimizzato per dispositivi mobili ed il 29% degli intervistati ha affermato di non aver mai lavorato su query di ricerca locali.

A conti fatti, lo studio di Marketing Signals ha dimostrato che c’è ancora molta confusione sul mondo della Local SEO e di seguito ti spiegheremo quali sono gli errori più comuni in questo campo. Prima di farlo, però, facciamo un passo indietro e concentriamoci sul re della SEO: il contenuto.

Gli errori legati al contenuto

Quando si tratta di contenuti, la qualità deve essere prioritaria rispetto alla quantità. La creazione di numerose pagine senza una strategia chiara non garantisce il miglioramento del ranking.

La tattica corretta è quella di sviluppare una strategia di content marketing basata sui trend di ricerca organica. Con il passare del tempo e degli aggiornamenti, Google sta sempre più affinando la sua comprensione dell’intento dietro ad una specifica query di ricerca e questo evidenzia la necessità di pubblicare contenuti ottimizzati e di alta qualità.

Quindi, ora che sei consapevole di aver bisogno di una content strategy, ciò che dovrai fare è un’analisi della concorrenza per individuare eventuali gap da poter ricoprire e procedere poi con un’ulteriore ricerca delle parole chiave più utilizzate dai tuoi potenziali utenti.

Di seguito, alcuni suggerimenti per ottimizzare al meglio i tuoi contenuti:

  1. aggiorna gli articoli obsoleti o a basso coinvolgimento;
  2. migliora gli articoli esistenti, anche espandendoli in termini di lunghezza;
  3. aggiungi i Tag Alt alle tue immagini per far sì che Google le legga come tali e le posizioni;
  4. utilizza i Tag di intestazione a cascata;
  5. inserisci collegamenti interni a pagine con rendimento più elevato.

Errori Local SEO: quali devi assolutamente evitare

Il primo grande errore è quello di ignorare la Local SEO. Se non hai già attivato questa strategia per aumentare le vendite del tuo business, sappi che ti stai perdendo delle grandi opportunità per migliorare il ranking del tuo sito web all’interno della local search. Di seguito alcuni errori di Local SEO più comuni che devi assolutamente evitare per farti notare dai tuoi potenziali clienti.

Schede Google My Business duplicate

Le schede duplicate su Google My Business creano un’esperienza per l’utente negativa che potrebbe influire sul tuo NAP. Inoltre, le recensioni degli utenti potrebbero confluire su account diversi e questo potrebbe creare confusione, oltre che perdita di opinioni preziose.

Se disponi di due schede o più, la cosa che puoi fare è procedere con la creazione di un account univoco andando ad unificare gli esistenti.

Mancanza di collegamenti con fonti autorevoli

I link da fonti locali riconosciute svolgono un ruolo importante nell’ottimizzazione di un’attività per la Locale SEO.

Questo include collegamenti da directory, da aziende locali e da istituzioni locali coerenti con la tua attività: tutte le informazioni distribuite sotto forma di backlink devono corrispondere alle informazioni commerciali presenti proprio su Google My Business.

Non avere un elenco NAP preciso su ogni directory è un fattore di ranking negativo.

Schema MarkUp

L’uso di uno schema di Markup aiuta i motori di ricerca a determinare i vari set di dati presenti all’interno di una pagina web. Questo può migliorare il tasso di click.

errori local seo schema markut

Gestione della Pagina Google My Business

Altro errore grande è quello di avere una scheda Google My Business lasciata abbandonata a sé stessa. Una volta verificata, puoi ricevere recensioni dai tuoi utenti, caricare immagini ed aggiungere informazioni fondamentali come orari di apertura, offerte ed eventi importanti. Un consiglio che possiamo darti è quello di evitare il keyword stuffing, ovvero l’esagerazione nell’inserimento di parole chiave, nel tentativo di ottenere benefici SEO.

Sito web non ottimizzato per dispositivi mobili

Se non ti sei ancora unito alla rivoluzione mobile sappi che potresti perdere molte visite, anche considerato che il 63% delle ricerche web avviene tramite smartphone. Inoltre, con Google che ha introdotto il mobile-first indexing nel 2018: un chiaro segnale che la priorità si sta proprio spostando verso la mobilità.

Trascurare la user experience

Quando si tratta di SEO, ignorare l’esperienza dell’utente è un errore abbastanza comune.

La costruzione di un sito web deve sempre includere elementi UX come layout, navigazione, funzionalità e design. Un’esperienza utente fluida si basa sicuramente sull’ottimizzazione mobile, poiché i tempi di caricamento e le funzionalità devono essere all’altezza delle esigenze degli utenti.

Se desideri valutare il tempo di caricamento delle tue pagine web dai dispositivi mobili, esistono diversi strumenti: per esempio, puoi utilizzare Test My Site o Pingdom Tools, che nello specifico valuta la velocità del sito.

La potenza della local SEO

Questa guida alla local SEO ha lo scopo di aiutarti ad avere successo sul tuo territorio. Mentre alcuni dei suggerimenti che vi abbiamo dato sono attività da fare una tantum, per la pubblicazione di contenuti pertinenti e le digital PR bisogna impostare un lavoro continuativo in modo da arrivare sempre più in alto sul lungo periodo.

Tieni a mente tutto per avere una miglior visibilità online… Non vediamo l’ora di vederti in prima pagina di Google!

Se vuoi restare a passo con gli aggiornamenti relativi al mondo web ed avere un 2019 davvero di successo, ti consigliamo di leggere questi articoli:

CONDIVIDI SU: