Cerca
Close this search box.

Perché creare un sito con WordPress

homepage del sito internet di Factory Communication, visualizzata su un computer Apple

In questo articolo scopri perché noi di Factory Communication abbiamo scelto il CMS WordPress per la realizzazione siti internet!

CMS è l’acronimo di Content Management System, in altre parole: sistema di gestione dei contenuti.

Questo significa che una volta che ho definito l’estetica del sito attraverso l’impostazione di tutti i parametri grafici e stili (CSS), devo preoccuparmi solamente di inserire contenuti.

Niente più problemi di formattazione del testo, di posizionamento degli articoli all’interno delle pagine, delle icone, del setup delle tabelle.

Questo permette soprattutto di mantenere una coerenza grafica e di comunicazione, anche se sono diverse le persone che inseriscono i contenuti.

16 buoni motivi per la creare un sito con WordPress

Definizione ufficiale in Wikipedia

WordPress è una piattaforma software di personal publishing e content management system (CMS), sviluppata in PHP e che usa come database MySQL. Consente la creazione di un sito internet formato da contenuti testuali o multimediali, facilmente gestibili e aggiornabili.

Riportiamo di seguito alcune motivazioni fondamentali che ci hanno portato a scegliere WordPress rispetto ad alcuni competitor:

1. Non siete legati alla nostra Agenzia

La nostra Mission è raggiungere gli obiettivi di Marketing, Comunicazione e Commerciali definiti von il cliente.

Abbiamo pubblicato sul sito un’area dedicata allo Spiritual Business o Business Etico. Il nostro lavoro si basa su questi principi.

Abbiamo scelto WordPress anche per questo motivo. Non vogliamo che il cliente sia legato a noi perché la migrazione su un altro sistema risulti complessa ed onerosa.

Deve essere felice di lavorare con Factory Communication e non costretto.

WordPress è utilizzato dalla più grande ed organizzata comunità di sviluppatori e web designer, sia a livello nazionale che internazionale.

Questo vi consente di non essere legati in nessun modo a Factory Communication, perché con pochi passaggi il sito può essere preso in gestione da chiunque abbia conoscenze tecniche.

Anche noi utilizziamo WordPress per sviluppare i siti internet dei nostri clienti.

2. Creare un sito su WordPress perché il CMS è totalmente gratuito

Può risultare strano, ma nonostante WordPress sia una piattaforma totalmente gratuita è la più versatile ed utilizzata a livello mondiale.

Il loro modello di business consiste nel vendere servizi aggiuntivi integrativi come, ad esempio, l’hosting.

3. Utilizzo gratuito del database MySQL

I database sono la base strutturale dei siti internet basati su un Content Management System.

Ciò che vediamo sul front end (la parte visibile agli utenti di un sito) è composto e generato tramite il software partendo dai dati contenuti nei database.

WordPress utilizza il database MySQL che, a differenza del competitors Microsoft SQL, è totalmente gratuito.

4. Data entry velocissimo grazie ad un’interfaccia semplicissima

Utilizzare WordPress è semplicissimo. L’interfaccia è quella di un programma di video scrittura come Word e Open office.

Il corso formativo generalmente dura da un minimo di 2 ad un max di 4 ore.

Factory Communication interfaccia di editing del CMS WordPress

5. Gestione virtualmente illimitata del numero degli utenti e del loro profilo

A prescindere dal tipo di sito che vuoi realizzare, WordPress ti consente di creare diverse tipologie di profilo: Editore, sottoscrittore, Collaboratore, Autore, Amministratore.

La gestione dei diversi profili permette di rendere accessibili, oppure no, le diverse aree del sito.

In questo modo solo gli Amministratori avranno la capacità di realizzare modifiche alla struttura del sito (setup, albero di navigazione, layout, css), mentre gli altri profili avranno la capacità di inserire e/o modificare i soli contenuti e/o pagine del sito.

6. Possibilità virtualmente illimitata d’inserimento di Articoli, Pagine, immagini e Allegati

Possibilità di creazione e inserimento di video (anche se consigliamo di inserirli su una piattaforma dedicata come YouTube e/o Vimeo) e infinite gallery d’immagini (l’unico limite è lo spazio hosting disponibile).

7. URL permanenti che aiutano l’ottimizzazione delle pagine web nei motori di ricerca

Ad esempio un articolo caricato sul nostro sito sarà così rappresentato e visto dai motori di ricerca:

  • www.factorycommunication.it/creare-un-sito-con-wordpress/
  • Molti siti invece pubblicherebbero l’articolo in questo modo www.nomesito.it/2erud45dklf.php
dettaglio del permalink di una pagina del sito di factory communication

Quello che abbiamo rappresentato si definisce “permalink” cioè il link che porta alla specifica pagina del sito.

La dicitura “2erud45dklf.php” non dice nulla ai motori di ricerca, mentre “wordpress-cms-per-lo-sviluppo-e-la-realizzazione-dei-siti-internet” rappresenta in modo chiaro il contenuto della pagina ed è ricca di keywords.

Questo è un elemento fondamentale dal punto di vista della gestione della Strategia SEO.

8. Funzioni di Trackback e Pingback

Il Trackback si è molto diffuso nei blog. In questo caso, un blog riceve una serie di ping da altri blog e, solitamente, mostra, sotto a ogni Post, l’elenco dei ping ricevuti e riferiti a quello specifico post.

Il Trackback ping o Pingback può contenere informazioni relative al titolo della risorsa notificata, un estratto della stessa e il titolo del sito Web che ha inviato il ping.

L’unica informazione obbligatoria che un ping deve contenere è il permalink della risorsa notificata. Più semplicemente possiamo sapere quando qualcuno ha inserito un link a un articolo da noi pubblicato.

9. Supporto del Responsive Web Design

Factory Communication visualizzazione Web Responsive del sito web

È utilizzato per indicare una particolare tecnica di Web design per la realizzazione di siti web in modo professionale.

Grazie al responsive, le pagine adattano automaticamente il proprio layout, per fornire una visualizzazione ottimale in funzione del dispositivo utilizzato dall’utente per visualizzare il sito:

  • PC con diverse risoluzioni
  • Tablet
  • Smartphone e cellulari di vecchia generazione
  • Web tv

Questo riduce al minimo le operazioni necessarie all’utente per leggere i contenuti ricercati migliorando l’usabilità del sito.

10. Editor WYSIWYG per la formattazione dei testi

WYSIWYG è l’acronimo che sta per l’inglese What You See Is What You Get (“quello che vedi è quello che è” o “ottieni quanto vedi”).

Questo è molto importante perché molti editor di contenuti html dei siti, non ti permettono di avere una preview di quanto stai realizzando e quindi per vedere il risultato finale dell’articolo o pagina, sei costretto a pubblicare il materiale sul Web.

11. Log degli utenti che visitano il sito

Se attiviamo la funzione di pubblicazione dei commenti, possiamo chiedere anche all’utente di eseguire il login per eseguire il commento.

12. Possibilità di specificare meta tag

Un tag è una parola chiave o un termine associato a un’informazione (un’immagine, una mappa geografica, un post, un video clip …), che descrive l’oggetto rendendo possibile la classificazione e la ricerca d’informazioni basata su parole chiave.

I tag sono generalmente scelti in base alla Strategia SEO.

In questo articolo hai trovato 12 buoni motivi per utilizzare WordPress per realizzare il tuo nuovo sito internet.

Il nostro consiglio, se vuoi realizzare un sito web ricco di contenuti, è di utilizzare un ottimo servizio di Hosting affinché l’utente non sia costretto ad attendere il download del contenuto.

L’Hosting è fondamentale per generare la corretta user experience dell’utente.

Creare siti web con WordPress: cosa fare per la SEO?

Se stai pianificando la realizzazione del tuo sito internet è importante che tu tenga in considerazione le regole base della Strategia SEO per generare il giusto posizionamento sui motori di ricerca.

Di seguito chiariamo qualche dubbio sulle Strategie SEO e su altri tecnicismi che dobbiamo tenere in considerazione nel momento in cui stiamo riflettendo la realizzazione siti internet in WordPress.

schema che spiega la consulenza Search Engine Optimization. Le scritte Link building, page content, Keyword research, information architecture, traffic monitoring, Title tags, competitive analysis puntano al riquadro centrale che contiene la scritta SEO

13. Cosa significa che è il sito web ottimizzato per Google?

Significa che Big G gradisce visitare siti web realizzati in WordPress in quanto gli è più facile comprendere quali argomenti e contenuti tratti il sito.

Questo è dovuto al linguaggio utilizzato per sviluppare WordPress, alla quantità del codice HTML prodotto per generare la pagina e alle tantissima funzionalità che WordPress mette a disposizione del proprio utente per gestire al meglio i contenuti, sia che si tratti di testo che video ed immagini.

interfaccia di Google durante una ricerca

14. Come migliorare il posizionamento sui motori di ricerca?

Per poter indicizzare al meglio il nostro sito internet è necessario realizzare un’accurata strategia SEO. 

Realizzare contenuti SEO non è una cosa semplicissima.
Come prima cosa è fondamentale avere delle basi tecniche (ne citiamo solo alcune):

  • Individuare le parole chiave più utili al nostro obiettivo di Comunicazione e quindi di posizionamento su Google.
  • Definire in modo strategico Title, Description e Keywords
  • Realizzare una strategia di Link Building interna al sito per migliorare la user experience e l’indicizzazione dei contenuti dai motori di ricerca.
  • Come trovare le parole chiave più utili al nostro obiettivo di Comunicazione e quindi di indicizzazione.

La cosa più importante da considerare si chiama pianificazione.

15. Che cosa vuol dire pianificare una corretta strategia SEO?

Durante la realizzazione del vostro sito non focalizzatevi solo sull’aspetto grafico, prendetevi del tempo ed elaborate una corretta strategia SEO.

Questo vuol dire principalmente, ma non solo:

  • Effettuare un’analisi online dei siti dei nostri Competitors;
  • Verificare per quali keywords sono posizionati in prima pagina;
  • Analizzare le parole chiave a coda lunga” (Long tail keyword), cioè quelle che posizionano il loro sito a partire dalla seconda pagina;
  • Determinare quali keywords vogliamo utilizzare per posizionare il nostro sito (chiaramente non solo la home page ma ogni articolo e contenuto del sito, comprese le immagini)
  • Analizzare le keywords da noi scelte raffrontandole con quelle dei competitors
  • Determinare quali utilizzare per evitare di scegliere keywords già presidiate e che sarebbero poco efficaci, quanto meno inizialmente (per questo motivo spesse volte si prediligono le keywords a coda lunga)
  • Predisporre un piano di Comunicazione e relativo Calendario Editoriale, in base alla frequenza di pubblicazione e agli obiettivi di Business e Marketing che vogliamo raggiungere.

Per realizzare il SEO di siti realizzati con WordPress ci vengono in aiuto diversi plugin.

Noi prediligiamo Yoast Seo perchè estremamente preciso ed efficace, inoltre ci consente di avere una visione di insieme e contemporaneamente controllare in modo mirato il posizionamento di ogni singolo articolo.

Questo non vuol dire che la creazione del nostro SEO sia totalmente automatizzata, anzi, una cosa che sicuramente non è possibile automatizzare è proprio questa.

Ci risulta impossibile pensare che si possa affidare totalmente ad un plugin, quindi ad un codice, la gestione del nostro SEO che, se realizzato correttamente e coerentemente, è basato su una strategia, quindi non recepibile da una macchina.

Grazie a Yoast Seo è possibile verificare elementi fondamentali come TitleDescription e Keywords di ogni singolo elemento del sito: pagine statiche, articoli, immagini, testi, categorie , tag etc…

Alcuni articoli utili che ti consiglio di leggere per creare un sito con WordPress

Condividi su