Cerca
Close this search box.

Hai un sito? Devi sapere cos’è Google SGE

Da SEO a Google SGE o Search Generative Experience

Se hai un sito web oppure un e-commerce prenditi 5 minuti e leggi questo articolo perché potrebbe influenzare molto il tuo Business.

Google SGE potrebbe impattare in modo positivo o negativo sulla visibilità del tuo sito internet sul motore di ricerca.

Negli ultimi 10 anni ho incontrato tantissimi Imprenditori. La maggioranza ha capito il valore di essere nelle prime posizioni di Google. Tanti erano consapevoli che, essere posizionati nel primi risultati, era tutt’altro che semplice.

Bene, oggi il motore di ricerca più utilizzato al mondo sta per lanciare una nuova rivoluzione che prende il nome di Search Generative Experience o SGE.

Prima di addentarci in tecnicismi e descrizioni è importante considerare 3 fattori.

  1. L’obiettivo di Google è fare soldi
  2. Per continuare a fare soldi deve continuare ad essere il motore di ricerca più utilizzato al mondo
  3. Per mantenere questo primato deve fare in modo che gli utenti trovino subito la migliore risposta alla propria ricerca.

L’obiettivo di Google si scontra con l’obiettivo di milioni di aziende che vogliono essere visibili nei primi 10 risultati del motore di ricerca.

Di conseguenza, la competizione diventa ancora più ardua per i SEO Specialist che, come noi, anno l’arduo compito di posizionare i siti web sul motore di ricerca.

Infatti oggi non parliamo più di Search Engine Optimization ma di “Search Experience Optimization”.

Google SGE: Cos’è e come funziona

Se, come il sottoscritto, sei un appassionato di SEO anche tu avrai vissuto questi ultimi mesi con un pochino di ansia e stress.

È stato un susseguirsi di annunci. L’update al core del motore di ricerca, quelli relativi alla rimozione dei contenuti generati con l’AI e, come se non bastasse, l’arrivo di SGE.

SGE o Search Generative Experience è una feature, in fase sperimentale, che utilizza l’intelligenza artificiale “IA generativa” per fornire una esperienza di ricerca più completa e informativa.

Sostanzialmente, l’utente dopo aver effettuato la ricerca, visualizza un box che può variare di dimensione e che include 3 elementi:

  • Un riassunto dell’argomento, ottenuto da diverse fonti
  • Fatti pertinenti all’argomento
  • Collegamenti a risorse aggiuntive per approfondimenti

Sostanzialmente, quando Google SGE viene attivata, cerca di comprendere l’intento di ricerca. Consulta varie fonti tra cui i risultati di ricerca di Google, i social media ed il knowledge graph, per generare una risposta pertinente per l’utente.

Il tempo richiesto per generare il risultato può variare in funzione di quanti “elementi” andranno a comporre la risposta: testo, immagini, video e contenuti multimediali.

SGE è attualmente in fase di sviluppo e disponibile solo per un numero limitato di utenti negli Stati Uniti.

Abbiamo chiesto a Gemini, il motore AI di Google di farci 3 esempi:

Esempio 1: Ricerca su un argomento complesso

Domanda: Qual è il futuro della intelligenza artificiale generativa?

Risposta SGE:

  • Riassunto: L’intelligenza artificiale (IA) sta rapidamente rivoluzionando il mondo in cui viviamo. L’IA ha il potenziale per trasformare molti aspetti della nostra vita, dal modo in cui lavoriamo al modo in cui interagiamo con il mondo che ci circonda.
  • Fatti:
  • Il mercato globale dell’IA dovrebbe raggiungere i 156,9 miliardi di dollari entro il 2030.
  • L’IA viene utilizzata in una varietà di settori, tra cui l’assistenza sanitaria, la finanza, la produzione e la vendita al dettaglio.
  • L’IA ha il potenziale per creare nuovi posti di lavoro e aumentare la produttività.
  • Collegamenti a risorse aggiuntive:
  • Articolo Wikipedia sull’intelligenza artificiale: URL Wikipedia Intelligenza Artificiale
  • Guida per principianti all’intelligenza artificiale: URL Guida per principianti all’intelligenza artificiale
  • Le 10 principali applicazioni dell’intelligenza artificiale nel 2023: URL Le 10 principali applicazioni dell’intelligenza artificiale nel 2023

Esempio 2: Ricerca su un prodotto

Domanda: Qual è il miglior smartphone sul mercato?

Risposta SGE:

  • Riassunto: Non esiste un unico “miglior” smartphone sul mercato, poiché le esigenze di ogni individuo sono diverse. Tuttavia, alcuni dei migliori smartphone attualmente disponibili includono iPhone 14 Pro Max, Samsung Galaxy S23 Ultra e Google Pixel 7 Pro.
  • Fatti:
  • L’iPhone 14 Pro Max ha un sistema di telecamere eccellente e una lunga durata della batteria.
  • Il Samsung Galaxy S23 Ultra ha un display di grandi dimensioni e uno stilo integrato.
  • Il Google Pixel 7 Pro ha un software eccellente e una potente fotocamera.
  • Collegamenti a risorse aggiuntive:
  • Recensione di iPhone 14 Pro Max: URL Recensione di iPhone 14 Pro Max
  • Recensione di Samsung Galaxy S23 Ultra: URL Recensione di Samsung Galaxy S23 Ultra
  • Recensione di Google Pixel 7 Pro: URL Recensione di Google Pixel 7 Pro

Esempio 3: Ricerca su un luogo

Domanda: Qual è il posto migliore da visitare in Italia?

Risposta SGE:

  • Riassunto: L’Italia è un paese bellissimo con molte cose da vedere e da fare. Il posto migliore da visitare dipende dai tuoi interessi. Se sei interessato alla storia e alla cultura, potresti visitare Roma o Firenze. Se ami la natura, potresti visitare le Cinque Terre o la Costiera Amalfitana.
  • Fatti:
  • L’Italia è il quinto paese più visitato al mondo.
  • Roma è la capitale d’Italia e ospita il Colosseo e la Fontana di Trevi.
  • Firenze è conosciuta come la culla del Rinascimento e ospita la Galleria degli Uffizi e il Ponte Vecchio.
  • Collegamenti a risorse aggiuntive:
  • Guida di viaggio in Italia: URL Guida di viaggio in Italia
  • Le 10 migliori cose da vedere e da fare in Italia: URL Le 10 migliori cose da vedere e da fare in Italia
  • I 5 posti più belli da visitare in Italia: URL I 5 posti più belli da visitare in Italia

Google SGE: Conclusione

Questi sono solo alcuni esempi di come SGE può essere utilizzata per fornire risultati di ricerca più completi e informativi.

L’avvento della Search Generative Experience (SGE) di Google sta rivoluzionando la ricerca online, inaugurando una nuova era di contestualizzazione e intuizione nella scoperta delle informazioni.

A mio avviso la SGE cambierà il modo di realizzare una strategia SEO. Oggi è forse prematuro definire nuove modalità ed impostazioni, tuttavia ritengo che sarà sempre più difficile definire e prevedere il posizionamento di un contenuto su Google.

I fattori in campo sono sempre di più ed è importante considerare anche l’utilizzo che Google fa degli snippet e dei contenuti “Zero Click”. Cioè quei contenuti che danno all’utente una risposta esaustiva alla query di ricerca e quindi non generano una visita verso un sito web.

Questo progresso tecnologico sta cambiando radicalmente le strategie SEO. Da un lato richiede ai professionisti di adottare un nuovo approccio alla creazione dei contenuti, dall’altro semplifica la ricerca per gli utenti.

Se ti stai chiedendo quale strada intraprendere per realizzare la tua strategia SEO tieni sempre in considerazione che il fattore principale rimane la qualità dei contenuti.

Come riportato nella guida di Google Search Console, l’obiettivo di Google rimane “Premiare i contenuti di alta qualità, a prescindere da come siano realizzati

I sistemi di ranking di Google mirano a premiare i contenuti originali e di alta qualità che dimostrano gli aspetti di ciò che chiamiamo EEAT, ovvero l’acronimo di Experience, Expertise, Authoritativeness, Trustworthiness (esperienza, competenza, autorevolezza e affidabilità).

Estratto delle indicazioni di Google Search Console inerenti l'utilizzo dei contenuti generati con l'IA

Come sempre, se vuoi approfondire questo argomento, oppure hai bisogno di ulteriori informazioni puoi scrivermi direttamente all’indirizzo donato.cremonesi@donatocremonesi.it

Ti auguro una fantastica giornata

Condividi su