Cerca
Close this search box.

Keyword Density e Keyword Stuffing

Indice dei contenuti

Perché Keyword Density e Keyword Stuffing sono fondamentali per la SEO?

Con SEO (Search Engine Optimization) intendiamo l’insieme di competenze ed attività che hanno come obiettivo, l’indicizzazione dei contenuti di un sito per posizionarlo nei primi risultati dei motori di ricerca.

Gli elementi da tenere in considerazione nello sviluppo della Strategia SEO sono tantissimi. Di base è fondamentale ricordarsi sempre che Google ed i vari motori di ricerca sono pur sempre dei software.

Le operazioni che eseguono, pur complesse che siano, si baso sulle formule matematiche (algoritmi). Negli ultimi anni Google sta implementando sempre di più l’intelligenza artificiale e l’uso della semantica.
Nonostante questo aspetto, è ancora fondamentale conoscere tecnicismi come Keyword Density e Keyword Stuffing per generare il corretto traffico organico ed evitare di commettere errori nella redazione dei contenuti.

Keyword Density. Cos’è?

Con Keyword density si intende la quantità di parole chiave (keyword) presenti in un contenuto pubblicato online. Maggiore è il numero di parole chiave, maggiore è il valore del keyword density, maggiori sono i problemi che potete avere in fase di indicizzazione.

Keyword Stuffing. Cos’è?

Con Keyword stuffing si intende l’utilizzo spropositato di parole chiave (Keyword) nella redazione di un contenuto. Viene utilizzato con l’obiettivo di aumentare la visibilità di un contenuto, oppure di un sito internet sui motori di ricerca. E’ una tecnica sconsiglia e penalizzata dai principali motori di ricerca.

Keyword density: non esagerare con le parole chiave

Il concetto di keyword density va a braccetto con la keyword stuffing. La prima esprime il valore matematico, sostanzialmente la percentuale, la seconda esprime il concetto.

Infatti il termine keyword stuffing nasce dall’abbinamento della parola keyword, cioè “parola chiave” e stuffing, cioè “ripieno”, “imbottito”.

Non esiste una percentuale ottimale di “densità di parole chiave” valida per tutti.

Alcune teorie indicano che la percentuale di parole chiave in un testo non deve superare il 2,5 % del contenuto.

Ma rimane pur sempre una teoria.

Ci sono diversi servizi come ci possono aiutare a non esagerare, come ad esempio Semrush (a pagamento), oppure Keyword Density Calculator (gratuito).

Come diciamo sempre: Se volete rendere visibili i vostri contenuti ai motori di ricerca è fondamentale tenere in considerazione l’esperienza utente, più che il numero delle parole chiave.

I contenuti che pubblichiamo devono essere di valore. Cioè: originali, completi, professionali, competenti ed utili al nostro pubblico potenziale.

Solo in questo modo riusciamo a creare un legame forte tra brand ed utenti. Per scrivere un contenuto di qualità servono sia competenze di copywriting che di SEO.

Era il lontano 1996, quando Bill Gates scrisse un articolo, pubblicato sul sito web di Microsoft intitolato Content is King. Questo articolo, con il tempo, è diventato un vero e proprio mantra per tutti coloro che si occupano di contenuti

Se vuoi scoprire come scrivere il contenuto ideale per farlo indicizzare dai motori di ricerca ti invitiamo a leggere questo articolo:

SEO copywriting: 14 consigli per realizzare i contenuti del tuo sito web

In questo articolo scoprirai come:

  • Utilizzare le parole chiave per evitare il keyword stuffing
  • Gestire i diversi elementi del tuo contenuto per realizzare un ottimo SEO.

CONDIVIDI SU: