skip to Main Content
Gruppo Autogrill: Un Bellissimo Esempio Di Storytelling

Lo storytelling firmato Autogrill

Due esempi pratici di storytelling avvincente e coinvolgente

Una strategia importante per comunicare i valori aziendali e creare il giusto legame con il pubblico.

Tempo di lettura: 5 minuti

Definizione di storytelling: “L’arte del raccontare storie impiegata come strategia di comunicazione persuasiva”

Definisco lo storytelling come il “magnete 2.0”, come un vero magnete lo storytelling attira e crea legame.

Attira perché, grazie alla realizzazione di una storia, attira l’utente online. Lo interessa. Lo affascina. Lo lega perché, una buona storia, crea un legame forte tra l’utente ed il brand.

Questo è il magico risultato generato dallo storytelling, una delle strategie più coinvolgenti del content marketing.

Nei giorni scorsi ho scritto un articolo sulla nuova strategia marketing del Gruppo Autogrill che ha presentato Smart, il nuovo concept store.

Ed è così che, facendo un po di ricerca sul sito del gruppo, mi sono imbattuto in un paio di storie.

Veramente belle, attraenti, coinvolgenti. Mi sono ripromesso di visitare puntualmente il sito per leggere le prossime storie.

E’ importante pensare a questa nuova strategia di comunicazione 2.0 non solo per attrarre clienti.

Lo storytelling serve anche per attrarre i giusti collaboratori e fornitori.

Personalmente e non credo di essere il solo, ritengo che una grande azienda è fatta, prima di tutto, da grandi persone e grandi fornitori.

Non puoi offrire un prodotto ed un servizio di eccellenza se ti mancano queste due componenti fondamentali. I clienti poi arrivano.

Come dico sempre, la customer experience è l’elemento fondamentale per attrarre e mantenere nel tempo i propri clienti.

Ed è per questo motivo che, nel predisporre la giusta strategia marketing e comunicazione, la customer experience è un valore fondamentale da tenere in considerazione.

La strategia marketing può fare entrare tantissimi nuovi clienti nel tuo punto vendita, nel tuo negozio o azienda.

Ma se i tuoi collaboratori (magazzinieri, commerciali, camerieri, supporto clienti) sono distaccati e disinteressati. Se offrono un esperienza cliente negativa, tutto lo sforzo realizzato per acquisire nuovi clienti e garantire un futuro sicuro a tutti, risulta vano.

Questa divagazione è importante per esprimere ancora di più il valore di un buon storytelling.

Lo storytelling attrae persone eccellenti

Tra lavoro e maternità in Autogrill: una “mamma che lavora” ci racconta la sua esperienza

Ed è così che leggi la storia di Barbara Passariello, al rientro al lavoro dalla maternità.

C’era silenzio nei corridoi. Ero arrivata molto presto apposta, non c’era ancora nessuno.
“Sei tornata”, mi sono detta, scoprendomi più tranquilla di quanto immaginassi. Poi, uno sguardo al mio ufficio, al mio tavolo, al mio pc. Tutto identico, persino quei fogli, sembravano lì solo dal giorno prima… Mi sono seduta, e ho ripreso possesso delle mie cose, del mio lavoro, di me stessa.”

“Dopo la maternità di Luca, quindi la seconda, sono stata accolta da una tutor del dipartimento Risorse Umane, che mi ha aggiornato sulle modifiche e gli accadimenti più importanti avvenuti in azienda, rendendosi disponibile per qualsiasi esigenza avessi dovuto avere”

Ed è così che la persona, il collaboratore (non amo la parola dipendente) vive la sua centralità nell’azienda.

Non è un numero, ma una persona che da il suo personale e prezioso contributo alla crescita dell’Azienda nella quale lavora.

Tutto questo genera interesse, attaccamento e rispetto del brand.

Chi non vorrebbe lavorare in un posto così?

Storytelling per presentare un nuovo prodotto o servizio

Il secondo esempio di storytelling è relativo alla presentazione del nuovo concept Autogrill Più

Normalmente un’azienda quando presenta un nuovo prodotto, una nuova idea, si dilunga sullo spiegare caratteristiche, vantaggi… perché acquistarlo.

Chiaramente questo passaggio è fondamentale. Ma ci sono modi e modi per farlo.

Autogrill non smette di stupire e crea il nuovo concept Autogrill Più

In questo articolo pubblicato sul sito di Autogrill, la narrazione avviene come una vera e propria storia.

Dove i valori non sono comunicati dal brand ma dai clienti.

“Dopo tutte queste ore di viaggio ho proprio voglia di staccare le mani dal volante e sgranchirmi un attimo”.

E’ Sabrina che parla, automobilista che viaggia con la famiglia, in cerca di un attimo di relax… spiega l’articolo per presentare l’Area Comfort.

“Non si preoccupi, il nostro servizio è veloce”.

E’ la voce di Mario che da dietro al bancone risponde al signor Cecchetti, in viaggio per lavoro … introduce la sezione dell’articolo che parla dell’Area Fast.

Per poi continuare con..

“Per me un Camogli grazie, sa io sono della vecchia generazione oltre che perennemente di corsa” sorride il signor Cecchetti mentre è al pick-up point che ordina, paga e attende il suo panino take-away.

Ho trovato semplicemente fantastico questo passaggio perché ricorda a tutti noi, come almeno una volta, abbiamo mangiato un Camogli. Questo panino è stato protagonista anche di tanti sketch radiofonici…

Ebbene queste due storie attraggono il lettore. Gli permettono di vedere uno spaccato di azienda differente. In alcuni casi, rendono protagonisti il lettore, perché anche lui ha pensato…. di prendersi un Camogli per la stessa ragione del signor Cecchetti.

Non mi resta che augurare buon storytelling a tutti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Gruppo Autogrill: un bellissimo esempio di storytelling

Back To Top
×Close search
Cerca
Open chat
Ciao, come posso aiutarti?
Ciao, come posso aiutarti?
Lasciami un messaggio e ti risponderò il prima possibile.
Donato Cremonesi.

Vuoi ricevere news che parlano di Strategia, Marketing e Comunicazione?
Iscriviti al nostro Canale WhatsApp.
Invia il messaggio “ISCRIVIMI”.
Powered by