Logotipo FACTORY COMMUNICATION
Cerca
Close this search box.

Marketing Linkedin: gruppi e video!

In questa immagine l'interfaccia di linkedin su un cellulare. L'immagine è stata utilizzata da Factory Communication per presentare le nuove funzionalità dei gruppi su linkedin
In questa immagine l'interfaccia di linkedin su un cellulare. L'immagine è stata utilizzata da Factory Communication per presentare le nuove funzionalità dei gruppi su linkedin

Marketing Linkedin: scopri perché può aiutarti ad incrementare visibilità, contatti, clienti e vendite!

LinkedIn è una piattaforma di networking professionale fondata nel 2003, che collega professionisti di tutto il mondo.

Con oltre 700 milioni di utenti, offre un ambiente unico per individui e aziende per costruire connessioni, condividere esperienze, e promuovere competenze e servizi.

Avere una pagina aziendale su LinkedIn rappresenta una mossa strategica per qualsiasi impresa che miri a rafforzare la propria presenza online e a coltivare relazioni professionali significative.

LinkedIn, essendo la più grande rete professionale al mondo, offre una piattaforma unica per le aziende per mettere in mostra la loro expertise, i loro prodotti o servizi e per costruire un marchio solido.

Marketing Linkedin: funzionalità dei gruppi!

Linkedin migliora e semplifica le funzionalità dei “gruppi”, i luoghi ideali dove professionisti con interessi simili possono incontrarsi e dialogare tra loro come in una vera e propria community.

Abbiamo scritto più volte quanto sia importante, per un Brand, realizzare attività di social media marketing che rafforzino l’appeal e il dialogo verso il proprio “Target” Potenziale (Lead) ed Effettivo (Clienti), definiti in base alla strategia di posizionamento.

Community e Gruppi sono sicuramente due strumenti fondamentali ed utili per raggiungere tali obiettivi.

Ma va anche detto che, a prescindere da quale Social Network e/o servizio online si utilizzi, entrambi richiedono molte risorse per essere gestiti.

Infatti la creazione richiede, virtualmente, pochi minuti. Setup della pagina, definizione degli Amministratori e/o Editor etc..
È il passo immediatamente successivo che  ti fa capire come, queste attività, siano fortemente Time Expensive:

  • Creazione di un Piano Editoriale interessante per gli iscritti e gli eventuali potenziali
  • creazione di contenuti pertinenti
  • gestione degli utenti
  • risposte veloci e pertinenti alle domande, interazione, etc…….

Il nostro consiglio? Affidate la creazione e gestione di Gruppi e Community ad un’Agenzia esterna, con la quale definire obiettivi, attività e budget, solo così avrete maggiori possibilità (le certezze non sono di questo ambito) di creare un “luogo” interessante, effervescente e che consenta di generare dei ritorni reali e concreti per il Vs. Business.

Ed ora veniamo ai tecnicismi e alle novità relative a Linkedin

I nuovi cambiamenti garantiranno a tutti gli utenti un’esperienza di Linkedin più semplice ed intuitiva. Inoltre, i nuovi gruppi diventeranno il luogo sempre più affidabile, dove potersi riunire con professionisti che nutrono interessi simili e scambiare consigli e informazioni utili.

Gruppi Standard e Gruppi non Elencati saranno le uniche due tipologie di gruppi esistenti, entrambi riconosciuti come affidabili forum di discussione.

Le principali differenze tra questi due gruppi sono la capacità di essere trovati e la possibilità dei membri del gruppo di invitare i collegamenti di primo grado ad iscriversi.

Nel dettaglio, i gruppi standard appaiono nei risultati delle tue ricerche, possono essere trovati da qualsiasi membro che può fare richiesta di iscrizione in modo diretto o tramite invito da parte di altri membri.

I gruppi non elencati, invece, si differenziano in quanto non compaiono nelle tue ricerche e per poter effettuare l’iscrizione, è necessario l’invito da parte di un amministratore.

Nei gruppi standard:

  • Devi essere un membro di LinkedIn per iscriverti;
  • Le conversazioni non vengono visualizzate nei risultati del motore di ricerca;
  • Solo i membri del gruppo possono pubblicare conversazioni;
  • I membri del gruppo possono invitare i loro collegamenti di primo grado per iscriversi;
  • Le conversazioni e i commenti sono visibili solo ai membri del gruppo;
  • Il proprietario del gruppo ha la possibilità di cambiare il gruppo in non elencato solo quando il gruppo è stato creato;
  • Tutti i membri del gruppo possono approvare le richieste di adesione.

Nei gruppi Non Elencati:

  • È presente l’icona di un lucchetto accanto al nome del gruppo;
  • Devi essere un membro di LinkedIn per iscriverti;
  • I membri di un gruppo non possono mostrare il gruppo sul loro profilo ai membri che non appartengono a quel gruppo;
  • Il gruppo non può essere ricercato da alcun motore di ricerca;
  • I membri possono iscriversi ad un gruppo non elencato solo su invito del proprietario o dell’amministratore del gruppo o richiedendo l’adesione a partire da un link di invito che è stato inviato loro.

Se il tuo gruppo ha attualmente conversazioni pubbliche o l’adesione è gratuita diventerà un gruppo standard e acquisirà così le caratteristiche sopra elencate. Nuove funzionalità che permetteranno al tuo gruppo di registrare un interesse cinque volte maggiore rispetto a quello di altri gruppi. Una volta creato il tuo Gruppo Standard, avrai inoltre la possibilità di convertirlo in Gruppo Non Elencato.

Se sei interessato all’argomento e vuoi approfondirlo, puoi consultare le principali caratteristiche degli attuali gruppi su Linkedin, di seguito riportate:

  • Tutti i gruppi sono privati: le conversazioni professionali sono più efficaci in uno spazio privato di fiducia. Pertanto, le conversazioni nei gruppi non saranno visibili fino a quando non ti sarai iscritto al gruppo.
  • Tutti i gruppi sono per soli membri: l’adesione a un gruppo di Linkedin richiede ora o un invito o l’approvazione della tua richiesta. I gruppi aperti hanno sempre attirato una percentuale maggiore di conversazioni di bassa qualità. Mentre i gruppi per soli membri hanno sempre generato una partecipazione maggiore e un numero di conversazioni maggiore rispetto agli altri gruppi. Questo perchè i membri si sentono più sicuri all’interno di un gruppo “chiuso”.
  • Moderazione dei contenuti: vista l’importanza della tempestività, le conversazioni verranno ora immediatamente pubblicate all’interno di un gruppo per garantirne l’efficacia. I proprietari, gli amministratori o i moderatori potranno intervenire per rimuovere le conversazioni fuori tema e tutti i membri del gruppo avranno, a loro volta, la possibilità di segnalare eventuali pubblicazioni inappropriate.
  • Migliore filtraggio dei contenuti: Linkedin ha migliorato il filtraggio dei contenuti di tipo spam e di bassa qualità. All’interno dei gruppi ci si concentrerà su conversazioni e argomenti più rilevanti, motivo per cui contenuti promozionali e offerte di lavoro andranno in coda di moderazione per l’approvazione dei proprietari, degli amministratori e dei moderatori.
  • Rimozione dei sottogruppi: al fine di migliorare l’organizzazione dei gruppi, non sarà più possibile creare sottogruppi e quelli già esistenti dovranno essere rinominati e trattati come gruppi indipendenti.

Marketing Linkedin: ora puoi utilizzare i video

I video potranno essere nativi, ovvero caricati direttamente sulla piattaforma e non caricati come elemento esterno da altre fonti ad esempio YouTube e Vimeo.

Offrire all’utente la possibilità di caricare i video direttamente sulla piattaforma e quindi vederlo senza uscire dal social, cosa che accadrebbe utilizzando un embed, risulta una scelta strategica vincente.
Permetterà al social di mantenere gli utenti all’interno dello stesso ed al contempo combinata con il core del social, ovvero lo sviluppo di contatti a sfondo professionale.

Come per la maggior parte della navigazione, che oggi risulta essere prevalentemente è mobile, più della metà degli accessi a Linkedin si conta fatto tramite App, e quindi le novità principali  verranno introdotte a partire dal caricamento dei file direttamente dal dispositivo mobile.

Quali potrebbero essere gli ambiti di applicazione ? Esponiamo i principali:

  • Sei alla ricerca di un nuovo posto di lavoro? Visto il grande cambiamento, perchè non realizzare la tua presentazione direttamente in video? Riteniamo che nel breve periodo le Aziende alla ricerca di figure specifiche, come sales, marketing, customer care etc… richiederanno sempre di più i video curriculum, per scremare fin dall’inizio i candidati potenzialmente interessanti.
  • L’introduzione del caricamento dei video permetterà inoltre di sfruttare il social a scopo formativo, con il caricamento di webinar e video lezioni professionali.
  • Presentazione dei Prodotti e/o Servizi Aziendali tramite un video, un reel oppure una demo. YouTube e Vimeo prima, Facebook ora, hanno costruito il core del proprio business intorno al video. Se vuoi scoprire alcuni trucchi su come renderli virali vi consigliamo questo articolo: Viral marketing 10 consigli utili per realizzare un video virale.

Il video domina, spopola, coinvolge, attrae, rende facile e diretta la comunicazione, ti fa consegnare, coinvolge i sensi principali, quindi non dobbiamo certo stupirci se nella strategia di crescita di questo importante Social Network, oggi rientra anche questo tipo di media. A dire il vero ci siamo sempre chiesti come mai questo passaggio non fosse stato realizzato tanti anni fa. Probabilmente l’acquisizione di Microsoft a suon di Miliardi ha reso tutto più semplice.

Ed è chiaro che, però, i video vanno prodotti. E non è proprio vero che è sufficiente una video camera (oppure un Smartphone) per creare qualcosa di buono. Alla base di tutto, prima delle tecnica (che si può acquisire) servono le idee ed una chiara strategia di Comunicazione. Diversamente risulterà come buttare bricioline di nave, mentre con la nave si attraversa l’oceano.

Marketing Linkedin: 6 buoni motivi

Ecco perché un’azienda dovrebbe considerare LinkedIn come parte integrante delle sue strategie di marketing e business:

1. Networking Professionale

Marketing Linkedin facilita la connessione con potenziali clienti, partner, e talenti nel proprio settore. Le aziende possono espandere la loro rete professionale, rendendola una risorsa preziosa per il business development.

2. Brand Awareness e Credibilità

Attraverso la pubblicazione regolare di contenuti di valore, le aziende possono aumentare la loro visibilità e stabilire la propria autorità nel settore. Questo aiuta a costruire fiducia e credibilità tra i professionisti e i potenziali clienti.

3. Lead Generation e Opportunità di Business

LinkedIn offre strumenti avanzati di targeting e pubblicità, rendendolo ideale per strategie di lead generation mirate. Le aziende possono usare LinkedIn per raggiungere decision maker e influencer nel loro settore.

4. Recruiting

LinkedIn è una risorsa inestimabile per il recruiting, permettendo alle aziende di accedere a un vasto pool di talenti. Le funzionalità della piattaforma facilitano la ricerca e il contatto con candidati qualificati.

5. Insights del Settore e Tendenze

Essendo una piattaforma centrata sul professionismo, LinkedIn è una fonte preziosa di insights e aggiornamenti sul settore. Le aziende possono rimanere informate sulle ultime tendenze, innovazioni e best practices.

6. Engagement e Costruzione della Comunità

Creando una pagina aziendale e partecipando attivamente, le aziende possono costruire una comunità attorno al loro brand. Questo non solo migliora l’engagement ma anche fidelizza la clientela e promuove la lealtà al brand.

In sintesi, LinkedIn offre un’eccezionale piattaforma per le aziende per promuovere la loro marca, generare lead, reclutare talenti e stabilire connessioni significative nel mondo professionale.

La sua natura orientata al business lo rende un canale indispensabile per le strategie di marketing e business B2B.

CONDIVIDI SU: