Cerca
Close this search box.

“L’etica dell’Eccellenza” e “Le 10 regole del successo”. Due bellissimi libri di Paolo Ruggeri

In questa immagine la copertina del libro Etica dell'Eccellenza di Paolo Ruggeri

Recensione del libro “L’etica dell’Eccellenza” e breve riflessione sul libro “Le 10 regole del successo”

“L’etica dell’Eccellenza” Paolo Ruggeri

Per vincere sul mercato e nella vita serve etica

L’etica non è solo un principio importante che si basa sulla correttezza.

Ci permette di distinguerci. Di fare la differenza, sul lavoro e nella vita privata.

In questo blog, ho scritto diverse recensioni dei libri che ho avuto la fortuna di leggere ed, in molti casi, ho descritto nello specifico che cosa mi avevano colpito.

In questo caso, ho deciso di trasmettere solo alcuni elementi, alcune sensazioni.

Per il semplice motivo che il libro è tanto bello, quanto rivoluzionario.
Mi ha cambiato la vita.

Se vuoi acquistarlo lo trovi su Amazon.

Per comprenderne appieno i benefici che possiamo ottenere da un comportamento etico, va letto.
Provare a trasmetterne il valore, in una breve recensione, vorrebbe dire snaturarlo.
Non riuscirei a trasmettere il valore dei concetti, se non trascrivendoli passo passo.

Paolo Ruggeri, fondatore di OSM, ha uno stile di scrittura semplice.
Semplice non banale.
Ha la capacità di trasmettere messaggi, talune volte complicati, in un modo estremamente easy.

Perché leggere L’etica dell’Eccellenza

È un libro che consiglio a tutti. A prescindere dal proprio lavoro o ruolo in azienda.

È un libro che tocca nel profondo. Che spiega, semplicemente, come vivere fuori etica, ci porta a vivere male.

A scendere a continui compromessi, sempre più grandi.

Ad abbandonare i nostri sogni. Ad allontanarci dal nostro Sé più profondo.

Lo ritengo strategico per tutti ed in modo particolare per gli Imprenditori.

Coloro che hanno la responsabilità di condurre un’azienda.

Molti vedono gli imprenditori come coloro che comandano.
Che se ne approfittano delle persone per fare soldi.

Non è così, credimi.

Essere imprenditore vuol dire accettare la missione di cambiare il mondo.
Perché grandi o piccole che siano le azienda che conduciamo, abbiamo la responsabilità verso i nostri collaboratori e la comunità di cui facciamo parte.
Condurre l’azienda sulle basi dell’etica, vuol dire arricchire noi stessi e le persone con le quali ci relazioniamo.
Nel nostro piccolo, possiamo cambiare il mondo.

È un principio che ritengo, straordinariamente, importante.

A scanso di equivoci non punto alla santità 😅😘 sono tutt’altro che santo.
Semplicemente, cerco di cambiare il mondo, cambiando, prima di tutto, me stesso.

Questa è l’unica via.

Una riflessione scaturita leggendo il libro “Le 10 regole del successo”

Il successo? Passare da uno stato di abbastanza ad uno stato di abbondanza.

Sostanzialmente divide gli Imprenditori, ma potremmo dire le persone in genere, in due gruppi.

Coloro che accettano lo stato che stanno vivendo, dove “il successo appare come una sensazione di appagamento per quello che sono riuscite ad ottenere nella vita” e quindi vivono nel concetto dell’ABBASTANZA.

Gli altri, cioè coloro che rispondono ad una seconda definizione di successo come “La consapevolezza che stai materializzando i tuoi sogni” e quindi vivono la propria vita nel concetto dell’ABBONDANZA e non dell’abbastanza.

E continua esprimendo il concetto dell’abbondanza come “l’abbondanza non significa un delicato equilibrio sul quale poggia la tua sopravvivenza, significa che le cose vanno davvero bene”.
“Significa avere molti più clienti interessati ai tuoi prodotti o servizi di quelli che riesci a soddisfare”.

Ma se guardi più da vicino scopri che tantissimi imprenditori che ora vivono nell’abbastanza, quando hanno fondato la loro azienda vivevano nel concetto dell’abbondanza.

Vedevano il successo come abbondanza

Avevano un sogno, un obiettivo, uno scopo nella vita e “vedevano il successo come abbondanza”.

Poco per volta, per mille ragioni, hanno dimenticato il loro sogno ed hanno trasformato la propria vita:
“Persone che una volta erano idealiste, che inseguivano la materializzazione dei propri sogni, si sono trasformate in persone estremamente realiste, con i piedi ben piantati per terra, che pensano “non è così semplice, “tra il dire e il fare c’è di mezzo il mare”, “è facile a dirsi, ma non è facile a farsi”….

La cultura dell’abbastanza si sta radicando così tanto nella società da toglierci una cosa che da sempre ci è appartenuta: i nostri sogni.

Ed è così che leggendo con bramosia le pagine di questo libro, le emozioni sono rinate in me.
Il desiderio di cambiare la mia vita ha fatto breccia nello stato soporifero in cui ormai mi ero calato.
I miei sogni, quelli che ho sempre avuto ma che ormai avevo sigillato in una scatola, riposta nel cassetto di un comodino, sono tornati a farsi sentire, sempre più intensamente, risvegliando quell’ardore che ormai non sentivo da diverso tempo.

Credo che uno dei passaggi più belli del libro, in merito all’abbondanza, sia la definizione che Paolo da nell’Introduzione

L’abbondanza non è solo una questione di ricchezza e di proprietà. È innanzitutto una questione di soddisfazione e felicità: un uomo muore quando muore l’ultimo dei suoi sogni.

Caro Imprenditore risveglia il sogno che c’era in te

Se sei un Imprenditore, se hai un’Azienda, piccola o grande che sia, prova a pensare a quel giorno, quando hai deciso di provarci, di metterti in gioco.

Che cosa ti ha portato a creare la tua attività? Qual’era il tuo sogno?

Il nostro sogno è l’energia vitale che dobbiamo portare ogni giorno dentro di noi, che ci da la forza, la determinazione e la consapevolezza di metterci in gioco costantemente.
Fare quello che abbiamo deciso di fare, cioè il duro lavoro dell’Imprenditore.

Riscopri i tuoi sogni ed i tuoi obiettivi. Se non ti ricordi più quali erano.

Se ti senti solo e ti sembra di correre costantemente ogni giorno, come un criceto sulla ruota, allora è il momento di fermarti.

Prenditi del tempo e se accetti un consiglio, contatta un Partner OSM.

Se vuoi scoprire perchè, ti invito a leggere questo articolo OSM una grande opportunità per tutti gli Imprenditori.

A loro devo tutto, perché hanno risvegliato il sogno che era ormai sepolto dentro di me. Mi hanno restituito energia, visione e missione.

La mia vita è cambiata totalmente grazie a loro, sia a livello personale che professionale.

Datti questa chance.

Se vuoi saperne di più sul mio pensiero ti invito a leggere questa pagina “Spiritual Business“.
È su questo principio sto costruendo l’Agenzia.

Buona lettura.

donato cremonesi

Hai trovato interessante questo articolo? Puoi approfondire ulteriormente leggendo questi articoli.

Condividi su