Cerca
Close this search box.

Campagne marketing on line: guida rapida

una giovane donna sorridente sta leggendo sul cellulare. La foto è in bianco e nero, mentre la cover del cellulare è di colore viola Factory Communication

In questo articolo trovi alcuni spunti per progettare la tua strategia web marketing e le tue Campagne Marketing on line.

Ci sono milioni di blog in giro sul web che si occupano di web marketing, per scoprire come disegnare e progettare una campagna marketing.

Se sei arrivato a questo articolo probabilmente su Google hai digitato keyword come:

  • campagne marketing di successo
  • campagna integrata marketing
  • campagna di marketing esempi

Ti proponiamo una breve guida per progettare la tua campagna marketing online vincente!

Una campagna ben pianificata nel dettaglio può risvegliare il tuo business e aumentare le vendite e conquistare nuovi clienti.

Are you ready?

Campagna marketing cos è

In parole semplici, una campagna marketing è un piano strategico mirato a raggiungere un determinato obiettivo di business.

Pensa ad un’operazione militare ben organizzata, la campagna:

  • Definisce gli obiettivi: ad esempio, aumentare la brand awareness, lanciare un nuovo prodotto, incrementare le vendite
  • Identifica il “nemico”: il target di riferimento noto anche come buyer persona
  • Stabilisce le armi da utilizzare: i canali di comunicazione, il CRM le attività offline
  • Pianifica le mosse da compiere: le attività di marketing.

Campagna di marketing online: elementi chiave

Per realizzare le campagne di marketing online è fondamentale definire alcuni elementi chiave. Di seguito trovi quelli principali:

  • Obiettivi chiari e misurabili: cosa vuoi ottenere con la tua campagna? Aumento delle vendite del 10%? Incremento del 20% della brand awareness? Stabilire obiettivi concreti ti aiuta a definire le tue strategie e valutare il successo della campagna.
  • Target ben definito: a chi vuoi rivolgerti con il tuo messaggio? Identificare il pubblico di riferimento ti permette di personalizzare la comunicazione e renderla più efficace.
  • Canali di comunicazione strategici: quali canali utilizzerai per raggiungere il tuo target? Social media, pubblicità online, email marketing, eventi dal vivo? Scegli i canali più adatti al tuo pubblico e al tuo messaggio.
  • Messaggio creativo e convincente: cosa vuoi comunicare al tuo pubblico? Qual è il messaggio principale della tua campagna? Crea un messaggio chiaro, conciso e accattivante che attiri l’attenzione e susciti interesse.
  • Budget definito: quanto sei disposto a spendere per la tua campagna? Stabilire un budget ti aiuta a pianificare le attività e ottimizzare le risorse.
  • Tracciamento e misurazione dei risultati: come valuterai il successo della tua campagna? Definisci i Key Performance Indicator (KPI) e monitora i risultati in modo da poter adattare la strategia se necessario.

Esempi di campagne di marketing

Esistono diversi tipi di campagne marketing, a seconda degli obiettivi e del target. Alcune delle campagne più comuni includono:

  • Campagne di sensibilizzazione del marchio: volte a far conoscere un marchio o un prodotto a un nuovo pubblico.
  • Campagne di lancio di un prodotto: mirate a promuovere un nuovo prodotto o servizio.
  • Campagne di lead generation: finalizzate all’ottenimento di informazioni di contatto da potenziali clienti.
  • Campagne di fidelizzazione dei clienti: volte a incoraggiare i clienti esistenti a comprare di nuovo.
  • Campagne di remarketing: mirate a contattare nuovamente persone che hanno già visitato il tuo sito web o interagito con il tuo marchio.

Indipendentemente dal tipo di campagna che decidi di realizzare, è importante pianificarla accuratamente e attuarla con attenzione.

Con un po’ di impegno e creatività, le campagne marketing possono essere un potente strumento per raggiungere i tuoi obiettivi di business.

Qual è l’obiettivo della tua campagna marketing?

Ma dove vai se un obiettivo non ce l’hai? 😅

Un piano di marketing ti permette di definire obiettivi e budget.

È la tua bussola per non perderti lungo la strada che ti porterà dritto al successo.

Prima di partire e mettere in moto il tuo business, concentrati sugli obiettivi che vorrai raggiungere.

Ma come impostare i nostri obiettivi?

Possiamo riassumerlo nel acronimo SMART.

Questa parola magica è l’acronimo di 5 metriche da tenere sempre a mente:

  • S = Specific (Specifico)
  • M = Measurable (Misurabile)
  • A = Attainable (Raggiungibile)
  • R = Relevant (Rilevante)
  • T = Time-constrained (Con una data limite).

Insieme agli obiettivi, fissa un budget.

Quanto puoi investire?

Questo ti aiuterà a determinare i tuoi obiettivi, la tua campagna e la creazione dei contenuti.

Quindi, do it smart!

Chi è il target della tua campagna marketing?

Come dice Seth GodinPer fare breccia nei confronti della maggioranza occorre puntare a raggiungere non il vasto mercato, bensì una nicchia.

Quando dobbiamo identificare la nicchia a cui vogliamo rivolgerci è fondamentale capire qual è il prodotto che vogliamo distribuire e su quale segmento di mercato.

Questo vale sia per campagna marketing b2b che b2c.

Perché è importante capire il prodotto?

Il prodotto o servizio risponde a delle esigenze specifiche di una persona, cioè del nostro target.

Quindi, dobbiamo capire qual è l’interlocutore, il consumatore ideale al quale presentare, vendere o erogare il nostro prodotto o servizio.

Che cosa dovrai fare?

  • Anzitutto, dovrai analizzare il mercato e capire l’esigenza del tuo target di riferimento.
  • Disegnare, progettare sviluppare e produrre il prodotto o servizio come risposta ad un’esigenza specifica delle persone di quel mercato.

Restringi il mercato e vai in profondità, giù dove si nasconde la nicchia.

Successivamente dovrai delineare le tue buyer personas in termini di età, sesso, istruzione scolastica, professione, stile di vita, modelli di acquisto, hobby, ecc.

Definire la buyer personas ti aiuterà a comprendere sia i tuoi attuali clienti ma, soprattutto, ad intercettarne di nuovi.

Per raggiungere questo obiettivo devi personalizzare in modo facile e veloce i tuoi contenuti.

Prendiamo come esempio un centro estetico.

Decidiamo che il nostro cliente tipo è una donna.

Proviamo a disegnarla. Partendo dal nome, Giulia.

Chi è Giulia? È la signora Giulia? La dottoressa Giulia? O Giulia è una ragazza?

Un’ulteriore segmentazione o profilazione sul suo background è fondamentale.

Inoltre, più informazioni avrai a tua disposizione più sarà semplice intercettare il tuo cliente tipo.

Giulia è una donna in carriera, smart e con una buona capacità economica.

Ma quanti anni ha?

Sicuramente non sarà una ventenne, visto che ha una buona capacità di spesa.

Diciamo che ci rivolgiamo ad una fascia dai 30 ai 45 anni, oppure dai 45 ai 60 anni.

Ora, identifichiamo le sue preferenze su come vorrà essere contattata (e- mail, indirizzo postale, telefono).

Per concludere, ci chiederemo:

Come potremmo soddisfare le sue esigenze?

Una volta identificate le buyer persona sarà tutto più semplice.

I tuoi contenuti saranno mirati.

Il tuo sito web sarà perfettamente in linea con le loro necessità.

I visitatori si trasformeranno in lead qualificati, perché sai quello di cui hanno bisogno.

Noi abbiamo pensato solo ad una buyer persona, tu sbizzarrisciti pure, prendi carta e penna e disegna i tuoi clienti tipo.

Quali messaggi utilizzare per influenzare il tuo pubblico?

Ora dovrai definire lo stile della comunicazione.

Come parleremo alla nostra Giulia? Quale stile di Comunicazione dobbiamo o possiamo utilizzare?

Se ci rivolgiamo ad un target di donna 30 – 45 anni, in carriera, con una buona capacità economica, dovrai scegliere un mood della comunicazione che rispetti questo target.

Sicuramente, a monte di tutto ciò, la brand strategy della tua azienda dovrà rispettare il target al quale ti rivolgi.

Come vogliamo comunicare al target di riferimento? Gli elementi da tenere in considerazione sono tantissimi:

  • lo stile della comunicazione
  • il segno grafico
  • i colori
  • la font
  • il visual
  • il payoff, il body copy e il copy

Tutto dovrà essere coerente con la brand identity della tua azienda. Non lasciare mai nulla al caso.

Quali canali scegliere per la tua strategia marketing?

Qui si apre un mondo. I canali di comunicazione sono tantissimi.

Puoi utilizzare canali di comunicazione offline (carta stampata, volantini, comunicazione tramite posta, manifesti e locandine, radio, tv, ecc.) ovviamente questo dipende dalla popolarità del tuo brand e dal budget.

Se è un brand locale non ha senso utilizzare media nazionali, ha invece senso utilizzare strumenti e canali di comunicazione tipici di quella zona, per esempio un free press molto attivo, efficace ed efficiente.

Dopodiché ci sono tutti i canali online.

Il sito web rimane lo strumento principale e i vari canali social.

A questo punto dovrai sviluppare una strategia SEO (Search Engine Optimization) e SEM (Search Engine Marketing), che è totalmente differente.

La strategia SEO ha come obiettivo quello di rendere visibile il sito internet in un medio o lungo termine.

Devi utilizzare una keyword research che ti permetta di posizionarti nella Serp di Google e abbattere i tuoi competitor.

La strategia SEM, invece, prevede delle attività come le campagne PPC, le e-mail marketing, le campagne di lead generation e via dicendo.

È necessario predisporre il giusto piano marketing e comunicazione per distribuire le risorse che abbiamo a disposizione, in modo tale da ottenere il massimo risultato.

Come monitorare e testare il successo delle tue campagne marketing?

Il ritorno sull’investimento (ROI) è una cosa di vitale importanza per il tuo business.

Come faccio a sapere se la mia campagna ha funzionato?

Stai pensando questo, vero?

Per fortuna gli strumenti digitali, come l’e-mail marketing sono facili e veloci da misurare.

Dopo aver inviato una e-mail puoi tenere traccia dei risultati e conoscere quante persone hanno aperto la tua mail e quante hanno usufruito della tua offerta.

Puoi sempre misurare il tuo obiettivo finale e raddrizzare il tiro.

Ancora una volta Seth Godin ci insegna che è inutile cercare di essere il “prossimo”, ma bisogna puntare ad essere “l’altro”, il “cambiamento”, il “nuovo”.

Non aspettare, buttati e lancia il tuo business con una campagna di marketing vincente!

Se volete approfondire questo argomento vi invito a leggere questi articoli:

Condividi su