Cerca
Close this search box.
Logotipo FACTORY COMMUNICATION
Cerca
Close this search box.

Inbound marketing cos’è e come costruire la tua strategia

una donna sta leggendo alcune informazioni su un tablet
una donna sta leggendo alcune informazioni su un tablet

Sei ti stai chiedendo l’inbound marketing cos’è, possiamo dirti che è una delle strategie più efficaci per acquisire nuovi clienti e fidelizzarli nel lungo termine.

Si basa su un concetto molto semplice: dare ad ogni potenziale cliente dei contenuti di valore, in linea con le sue aspettative e la sua posizione nel percorso di acquisto.

Se vogliamo essere romantici, è una sorta di corteggiamento degli utenti.

Di fatto, tutta la metodologia inbound si sviluppa su un elemento cardine: la Buyer Persona.
Il tipo ideale (o meglio, il cliente ideale), che ha tutte le caratteristiche che dovrebbero avere i nostri potenziali clienti.

Puoi immaginare la tua Buyer Persona e attribuirle un nome, dei dati demografici, delle passioni, delle paure, degli strumenti informatici preferiti, delle abitudini d’acquisto ecc.

Attraverso la strategia di lead generation e lead nurturing (questo è un vero e proprio corteggiamento dei tuoi potenziali clienti, a suon di contenuti di valore) aumentano le interazioni delle persone con il brand.

Questo ti aiuta ad avere dati aggiornati e precisi per arricchire le tue buyer personas e fornire contenuti sempre più in linea. Una mano santa per accompagnare gli utenti fino all’acquisto!

Se questa preview ti ha incuriosito, non sai quanto ti piacerà la metodologia inbound. Leggi ancora!

L’inbound marketing cos’è!

Possiamo proprio definire inbound marketing una tecnica di marketing basata sull’attrazione.

Infatti, a differenza del outbound marketing tradizionale (che si basa sulla pubblicità, spesso indesiderata) l’inbound marketing si concentra sul creare contenuti di valore per il target di riferimento di un brand. Brillante, no?

Usa l’approccio inbound per attirare l’attenzione degli utenti potenzialmente interessati al tuo prodotto o servizio: offri loro informazioni, consigli e soluzioni ai problemi.

Creare una relazione di fiducia e fidelizzazione aumenta drasticamente le probabilità che un utente accetti di comprare.

Le 4 fasi dell’inbound marketing

Anche senza sentirci troppo romantici, l’idea del corteggiamento non è poi così lontana dalla realtà dell’inbound marketing. Ci sono infatti 4 fasi in questa particolare strategia di marketing: attrazione, conversione, vendita e fidelizzazione.

Attrazione

La prima cosa da fare è portare nuovi utenti sul tuo sito web, meglio se su una landing page costruita ad hoc.

Usa la SEO e le parole chiave per farti trovare sui motori di ricerca; sfrutta i social network; imposta delle Google Ads. Qui la parola d’ordine è “ottenere l’attenzione”. Una volta che gli utenti sono atterrati sul tuo sito, scatta la fase 2.

Conversione

Sei ad un turning point. Hai ottenuto l’attenzione, ma adesso devi chiedere un recapito, per contattarli ancora. In gergo, si dice “convertire gli utenti in lead“, ovvero potenziali clienti.

Per convincerli a lasciarti un contatto, che ne dici di proporre dei contenuti utili come ebook, guide, webinar, tutorial gratuiti, in cambio di un indirizzo email?

Vendita

Sfoggia tutto il tuo savoir faire. Confeziona un bel flusso di email marketing per regalare ai tuoi potenziali clienti contenuti mirati: mostrati competente e costruisci una relazione di fiducia.

Quando il lead si avvicina alla fase decisionale, offri una consulenza personalizzata, uno sconto o una prova gratuita del tuo servizio;

Fidelizzazione

Uno dei peggiori errori che fanno le aziende è quello di abbandonare i clienti già acquisiti.

Non farlo anche tu, per favore, perché sono proprio loro le persone più inclini a comprare di nuovo i tuoi prodotti o i tuoi servizi!

Continua a usare il content marketing personalizzato per proporre contenuti di valore. Per approfondire leggi anche: Strategie di Content Marketing per Fidelizzare i Clienti.

Le fasi del Inbound Marketing ci consentono di definire ogni attività ed azione che devono essere compiute per acquisire nuovi contatti, trasformarli prima in potenziali clienti e poi in clienti felici.

Inbound marketing cos’è: scopri la nostra strategia in 8 step!

Se hai letto tutto l’articolo fino a qui, allora non ti stai più chiedendo l’inbound marketing cos’è!

Ti interessa davvero! Per creare la tua strategia efficace, prova a seguire questi step.

1. Definisci le buyer personas

La prima cosa da fare è definire il tuo pubblico di riferimento. Chi sono le persone interessate ai tuoi prodotti o servizi? Quali sono le loro esigenze, problemi e desideri? Come si comportano online? Rispondere a queste domande ti aiuterà a creare contenuti di valore per il nostro pubblico di riferimento.

Sul blog di Factory ne parliamo spesso. Ti riproponiamo un articolo in cui trovi le domande da farti per costruire le tue Buyer Personas: leggilo qui.

Factory Communication - Definisci le buyer personas

2. Crea contenuti di valore

Una volta che hai definito il pubblico di riferimento, inizia a creare contenuti di valore per loro. Questi contenuti possono essere articoli, video, podcast, infografiche o qualsiasi altro tipo di contenuto utile per i tuoi utenti. L’importante è che i contenuti siano di alta qualità e rispondano alle loro esigenze e ai loro problemi.

3. Distribuisci i contenuti

Sempre grazie alle Buyer Personas puoi individuare più facilmente i canali in cui si trovano i tuoi potenziali clienti. A seconda delle loro abitudini, puoi usare diverse tecniche di marketing online, come la SEO, il social media marketing, la pubblicità online ecc.

Per attirare nuovi utenti sul tuo sito, usa delle Call to Action accattivanti ed efficaci. Come scriverle? Leggi l’articolo dedicato per avere tanti tips.

4. Genera lead

La lead generation è uno dei punti di svolta nella strategia inbound. Una volta che sono arrivati sul sito devi fare in modo che da utenti si trasformino in clienti potenziali.

I lead magnet sono un incentivo da offrire in cambio dei loro dati di contatto. Nel marketing, con il termine lead magnet, infatti, ci riferiamo a contenuti come ebook, guide, webinar ecc, che vengono offerti in modo gratuito agli utenti in cambio di un dato di contatto.

Di solito si utilizzano dei form per il download dove l’utente lascia i propri recapiti e accetta il trattamento dei dati personali. Contestualmente, accetta il consenso marketing, dandoti il permesso ad inviare ulteriori comunicazioni.

una calamita attira a se omini di metallo per spiegare il concetto di lead generation

5. Il lead nurturing

Ora che hai il permesso di farlo, invia contenuti utili e adeguati alla fase di acquisto in cui si trova il cliente (scoperta, approfondimento, valutazione, decisione). Fare lead nurturing vuol dire proprio coccolare il lead, a poco a poco, senza fretta, con contenuti coinvolgenti e di valore.

Sotto questo profilo, le campagne di email marketing sono particolarmente performanti perché aprono un filo di comunicazione diretto. La personalizzazione è altissima, soprattutto se utilizzi delle piattaforme di Marketing Automation per consegnare la campagna giusta, alla persona giusta, al momento giusto.

6. Il momento del prospecting

Prima di diventare clienti, i lead diventano prospect. Il prospect è un potenziale cliente che ha effettuato una conversione che dimostra un effettivo interesse a comprare.

Per trasformare un lead in un prospect, come abbiamo già accennato, puoi alzare la posta in gioco. Offrire sconti dedicate, call one to one, consulenza gratuite, demo del servizio o del prodotto sono ottimi modi per conquistare un prospect.

7. Vendi!

Sei al traguardo. Hai concluso la vendita con il tuo prospect che finalmente è diventato un bellissimo cliente. Anche nella fase di vendita cerca di offrire la migliore brand experience al tuo cliente.

8. Fidelizza i clienti

Fidelizzare i clienti è fondamentale. Puoi continuare a farlo attraverso i contenuti e le comunicazioni, come abbiamo già accennato, ma anche e soprattutto coinvolgendoli e trasformandoli in veri e propri fan del tuo brand.

Vuoi tenerti stretti i clienti? Ti consigliamo di:

  1. Continuare a usare l’inbound marketing per offrire consigli, guide, contenuti di valore, nuove proposte di acquisto in linea con i loro gusti e le loro preferenze ecc;
  2. Lavorare sul community marketing per costruire una vera e propria comunità di persone che orbitano attorno al tuo brand;
  3. Coinvolgere i clienti chiedendo recensioni, pareri, consigli per migliorare ecc.
Factory Communication Fidelizzare i clienti è fondamentale

Ti stai ancora chiedendo inbound marketing cos’è?

Affida la tua strategia a Factory Communication!

Con un approccio strategico e una buona dose di creatività, l’inbound marketing può diventare uno strumento potente per acquisire nuovi clienti e fidelizzarli nel lungo termine.

E l’approccio strategico e la creatività di certo non mancano a Factory Communication, agenzia di marketing e comunicazione, partner HubSpot, esperta in strategie inbound e marketing automation.

Uno degli obiettivi di Factory è proprio di consegnare il messaggio giusto, all’utente giusto, per il brand giusto. Vuoi scoprire come fa?

Inbound marketing cos’è? Leggi anche questi articoli

CONDIVIDI SU: