Cerca
Close this search box.
Cerca
Close this search box.

Strategie SEO vs Campagne ADV: Guida per Imprenditori

Due file di 3 cubi bianchi con delle scritte nere. Sulla fila superiore la scritta SEO sulla fila inferiore la scritta ADV

In questo articolo vedremo insieme perché le Strategie SEO possono essere una valida soluzione per far decollare il business della tua Azienda.

In un mondo digitale in continua evoluzione, gli imprenditori si trovano spesso a dover scegliere tra diverse tattiche di marketing per incrementare le vendite e attrarre nuovi clienti.

Due delle strategie digital marketing più discusse sono la Search Engine Optimization (SEO) e le campagne pubblicitarie (ADV).
Questo articolo mira a chiarire le differenze tra queste due strategie, evidenziandone i punti di forza e di debolezza, per aiutare gli imprenditori a prendere decisioni informate.

Un elemento importante che devi tenere sempre in considerazione è che, a prescindere da quale strategia decidi di adottare, il tuo sito internet o e-commerce devono essere:

  • Veloci da caricare: l’utente decide in un paio di secondi se chiudere una pagina web
  • Ricchi di informazioni utili agli utenti
  • Chiari ed esaustivi
  • Facilmente navigabili

Strategie di SEO: che cosa sono?

La Search Engine Optimization (SEO) è l’arte e la scienza di ottimizzare i contenuti online affinché un sito web sia più visibile nei risultati organici dei motori di ricerca, come Google.

La SEO riguarda l’adattamento di vari elementi di un sito web, inclusi i contenuti, i metadati e la struttura dei link, per migliorarne il ranking e attrarre traffico qualificato.

Perché la SEO è importante?

  • Migliorare la Visibilità: Un buon posizionamento nei motori di ricerca aumenta la visibilità della tua azienda, mettendoti davanti agli occhi di potenziali clienti proprio nel momento in cui cercano prodotti o servizi che offri.
  • Credibilità: Le pagine che appaiono al top dei risultati di ricerca (SERP) tendono a essere percepite come più affidabili e credibili dagli utenti.
  • Costo-Efficienza: La SEO richiede un investimento iniziale, ma una volta che il tuo sito inizia a classificarsi bene, attira traffico “gratuito” senza il costo continuo delle campagne pubblicitarie a pagamento. Chiaramente la SEO deve essere mantenuta nel tempo e dipende da molteplici fa

Campagne ADV: Che cosa sono?

Le campagne ADV si riferiscono alla pubblicità a pagamento su vari canali digitali. Ecco una panoramica dei principali:

Consente di posizionare annunci nei risultati di ricerca di Google o su altri siti attraverso la rete display. È ottimo per raggiungere utenti con intenzioni di acquisto specifiche.

Mediamente una campagna con Google ADS richiede budget minimi per essere attivata e costo click medio di 0,6/1 euro.

Questo determina ad esempio che un budget mensile di 600 euro (minimo consigliato) potrebbe generare 600/1.000 visite.

Instagram e Facebook Ads

Queste piattaforme permettono di targetizzare gli utenti in base a interessi, comportamenti, dati demografici.

Generalmente ha un costo click estremamente basso, 0,10 euro e non richiedono budget elevati per essere attivate.

Tuttavia coinvolgono molti utenti curiosi, quindi gran parte del traffico generato e di basso valore.

LinkedIn Ads

Perfetto per prodotti e servizi B2B, consente di raggiungere professionisti e decision maker in base a settore, funzione lavorativa e livello di anzianità.

Proprio per il fatto che si rivolge ad un target professionale e specifico le campagne hanno un costo click importante (mediamente 1,5/2 euro) e richiedono budget più elevati rispetto agli altri canali

TikTok Ads

Con una base utenti più giovane, TikTok è ideale per marchi che cercano di sfruttare contenuti creativi e virali per coinvolgere il pubblico.

Non richiede budget impegnativi ed il costo del click si attesa sui valori dei canali meta.

Punti di forza delle strategie ottimizzazione SEO

In qualità di Consulente SEO consiglierei ad un imprenditore di utilizzare una strategia seo per acquisire nuovi clienti e vendite quando:

  • Non ha fretta di vedere subito i risultati ed è consapevole che una strategia seo di ottimizzazione per i motori di ricerca dura nel tempo.
  • È consapevole che gli utenti danno maggiore rilevanza ai risultati di Google non sponsorizzati perché rispecchiano il reale posizionamento di un’azienda
  • Il prodotto o servizio che vuole lanciare è molto specifico e si rivolge ad un target medio alto.
schema che spiega la Strategia SEO o Search Engine Optimization. Le scritte Link building, page content, Keyword research, information architecture, traffic monitoring, Title tags, competitive analysis puntano al riquadro centrale che contiene la scritta SEO

La mia esperienza mi ha permesso di capire che il target medio basso non fa ricerche complesse per questo motivo clicca maggiormente gli annunci sponsorizzati.

Chi ha una cultura media o medio alta sa che quei risultati sono a pagamento e preferisce fare una ricerca più approfondita per trovare il prodotto oppure servizio che risponde alle sue esigenze.

Ad esempio io non sceglierei mai una Agenzia SEO che pubblica annunci sponsorizzati.😅 Sceglierei un’Agenzia SEO che ha un posizionamento nella serp nei primi 20 risultati!

Ecco alcuni approfondimenti su ciascun punto.

Visione a lungo termine

La SEO è una strategia a lungo termine. È vero che richiede tempo per vedere i risultati significativi, ma una volta che il sito web inizia a classificarsi bene, fornisce un flusso costante di traffico “gratuito” e qualificato.

Questo aspetto è particolarmente importante per gli imprenditori che desiderano costruire una presenza online duratura e non dipendere esclusivamente da budget pubblicitari per mantenere la visibilità.

Credibilità e fiducia

Molti studi dimostrano che gli utenti di internet spesso saltano gli annunci e si concentrano sui primi risultati organici, percependoli come più autorevoli e meritevoli di fiducia.

Avere un migliore posizionamento nei risultati organici può quindi significare non solo più traffico, ma anche una maggiore fiducia da parte dei potenziali clienti.

Target specifico e consapevolezza

La SEO potrebbe essere particolarmente efficace per prodotti o servizi che si rivolgono a un pubblico che valuta la qualità, l’autenticità e la profondità delle informazioni.

Questo pubblico, tendendo a sfuggire agli annunci pubblicitari e a cercare la “vera” risposta alle loro query, potrebbe essere più incline a impegnarsi con contenuti che si trovano attraverso la ricerca organica.

Essere classificati tra i primi risultati organici di Google è spesso visto come un segno di eccellenza nel campo della SEO.

In conclusione, una strategia SEO è dedicata agli imprenditori che mirano a costruire una presenza online sostenibile e credibile, specialmente quando si rivolgono a un pubblico che valuta la qualità e l’autenticità.

Quando non utilizzare le Strategie SEO

Ora vediamo in quali casi una strategia seo per incrementare le vendite. potrebbe non essere la scelta prioritaria o più efficace per un’azienda.

Aziende con Brand Molto Noti

Per marchi già ben consolidati e riconosciuti a livello globale, come Coca-Cola, Ferrari o Nike, la necessità di investire pesantemente nella SEO potrebbe non essere così critica quanto per le aziende che stanno cercando di costruire o aumentare la loro visibilità.

Questi brand godono già di un’elevata riconoscibilità e di una forte presenza online, quindi potrebbero concentrarsi maggiormente su strategie di mantenimento della reputazione, engagement dei consumatori e campagne pubblicitarie innovative che rafforzano ulteriormente il loro posizionamento di mercato.

Prodotti Venduti Principalmente su Fattori di Prezzo

Nei casi in cui il prodotto è ampiamente disponibile su molteplici piattaforme e-commerce e l’unico vero differenziatore è il prezzo, la SEO potrebbe non essere la strategia più efficace.

In queste situazioni, la concorrenza sui motori di ricerca può essere estremamente elevata, e la differenziazione basata principalmente sul prezzo può rendere difficile ottenere un margine significativo o costruire una fedeltà del cliente a lungo termine.

Le strategie potrebbero quindi inclinarsi verso la pubblicità a pagamento, le vendite flash, o altre tattiche di marketing diretto per attirare i consumatori.

Prodotti o Servizi Innovativi Sconosciuti al Mercato

Quando un prodotto o servizio è così innovativo che il mercato di riferimento non ne è ancora consapevole, la SEO potrebbe non essere immediatamente efficace.

In questi casi, le persone non stanno ancora cercando attivamente il prodotto o servizio perché non sanno che esiste.

Qui, le strategie di marketing dovrebbero concentrarsi sull’educazione del mercato e sulla costruzione della consapevolezza attraverso campagne pubblicitarie mirate, relazioni pubbliche, eventi e iniziative di content marketing che introducono e spiegano il valore e l’uso del prodotto innovativo.

In sintesi, mentre la SEO è un potente strumento di marketing digitale, ci sono circostanze in cui altre strategie potrebbero essere più appropriate o necessarie per raggiungere gli obiettivi di business.

Non solo. Le tecniche SEO sono una materia estremamente complessa e dipendono da tantissimi fattori come: volume di ricerca, seo on page, seo off page, meta description, long tail keywords, solo per citarne alcuni.

La chiave è valutare attentamente il contesto unico dell’azienda, il posizionamento del prodotto, la consapevolezza del brand e il comportamento del target di mercato per determinare il mix ottimale di tattiche di marketing.

Campagne ADV: quando sono efficaci?

Campagne PPC per incrementare le vendite

Ci sono alcuni casi specifici in cui le campagne ADV sono molti efficaci, ad esempio quando voglio:

  • Lanciare velocemente un nuovo prodotto sul mercato
  • Capire se un prodotto ha un mercato potenziale, cioè voglio fare una indagine di mercato
  • Lanciare una start up
  • Presidiare una parte del mercato online per non lasciarla ai miei competitors
  • Capire quali sono le keywords più efficaci, cioè quelle che convertono di più
  • Costruire un database da utilizzare in altre attività come le strategie di email marketing, la marketing automation e il direct marketing.

Proviamo a vederle nel dettaglio

Lancio rapido di un nuovo prodotto

Le campagne ADV sono ideali per generare rapidamente visibilità e interesse attorno a nuovi prodotti.

La capacità di raggiungere un vasto pubblico in breve tempo è cruciale per accelerare l’adozione del prodotto sul mercato.

Indagine di mercato

Le campagne pubblicitarie online offrono un feedback immediato e misurabile che può essere estremamente utile per valutare l’interesse del mercato.

Attraverso l’analisi delle performance degli annunci, è possibile raccogliere dati preziosi sulle preferenze e sul comportamento degli utenti.

Lancio di una startup

Per le startup che desiderano costruire rapidamente la consapevolezza del brand e acquisire i primi utenti o clienti, le campagne ADV possono essere uno strumento potente.

La flessibilità e la scalabilità della pubblicità online permettono di adattarsi e ottimizzare le strategie in base ai risultati in tempo reale.

Presidio del mercato online

In settori competitivi, mantenere una presenza online dominante attraverso le campagne ADV può essere essenziale per non cedere spazio ai concorrenti.

La pubblicità online consente di rimanere visibili nei momenti critici del processo decisionale del cliente.

Ottimizzazione delle parole chiave

Le campagne ADV forniscono dati preziosi sulle prestazioni delle parole chiave, permettendo di identificare quelle che generano il maggior numero di conversioni.

Queste informazioni sono fondamentali per ottimizzare sia le campagne pubblicitarie che i contenuti organici per i motori di ricerca.

Costruzione di un database

La pubblicità online può essere un efficace strumento di lead generation, permettendo di costruire un database di contatti interessati che possono essere poi reinseriti in campagne di email marketing, marketing automation e direct marketing. Questo crea un circolo virtuoso che alimenta e ottimizza continuamente la strategia di marketing complessiva.

Quanto sopra riportato dimostra l’importanza di utilizzare le campagne ADV in modo strategico per raggiungere obiettivi specifici di business.

È chiaro che, quando impiegate correttamente, le campagne ADV possono offrire vantaggi significativi per le aziende in termini di visibilità, acquisizione di dati e crescita.

La chiave sta nel saperle integrare efficacemente con altre tattiche di marketing, come la SEO, per costruire una strategia di marketing digitale olistica e performante.

Quando non utilizzare una Campagna ADV

Le campagne ADV (Advertising) possono essere estremamente efficaci per incrementare la visibilità, il traffico e, in definitiva, le vendite.

Tuttavia, ci sono situazioni in cui potrebbe non essere consigliabile affidarsi fortemente o esclusivamente alle campagne pubblicitarie a pagamento:

Budget Limitato

Se l’impresa ha un budget molto limitato, le campagne ADV potrebbero non essere sostenibili nel lungo termine.

Il costo per clic (CPC) o per impression può sommarsi rapidamente, consumando il budget senza garantire un ritorno sull’investimento (ROI) positivo, specialmente in settori altamente competitivi.

Mancanza di una Strategia di Conversione Ottimizzata

Se il sito web o la landing page non sono ottimizzati per convertire il traffico in vendite o lead, investire in campagne ADV potrebbe non essere la scelta migliore.

È essenziale avere un funnel di conversione chiaro e una user experience (UX) eccellente per trasformare il traffico a pagamento in clienti effettivi.

Assenza di Contenuti di Qualità o Offerta Unica

Se l’offerta di prodotti o servizi non è ben differenziata o se i contenuti non sono convincenti e di alta qualità, le campagne ADV potrebbero non produrre i risultati desiderati.

Gli utenti potrebbero cliccare sull’annuncio, ma poi lasciare rapidamente il sito se non trovano ciò che li interessa o li convince.

Dipendenza a Lungo Termine

Affidarsi esclusivamente alle campagne a pagamento per le vendite può creare una dipendenza in cui le vendite crollano non appena si interrompe la spesa pubblicitaria.

Se non c’è una strategia per costruire la portata organica o la fedeltà dei clienti al di là degli annunci a pagamento, questo può essere insostenibile per la crescita a lungo termine.

Settori con Regolamentazioni Stringenti

Alcuni settori, come quelli farmaceutici, finanziari o del gioco d’azzardo, hanno regole rigorose riguardo alla pubblicità online.

In questi casi, le campagne ADV potrebbero essere soggette a restrizioni severe o addirittura vietate, rendendole una scelta meno ideale o fattibile.

Target di Nicchia Molto Specifico

Se il tuo target di mercato è estremamente specifico o di nicchia, potrebbe essere difficile raggiungerlo efficacemente tramite le campagne ADV senza sprecare budget su clic non pertinenti.

In questi casi, tecniche di marketing più mirate o organiche potrebbero essere più efficaci.

Mancanza di Dati o Insight sul Target

Senza una comprensione chiara del tuo pubblico target, le campagne ADV possono risultare inefficaci o inefficienti.

Eseguire campagne pubblicitarie senza dati solidi sulle preferenze, i comportamenti e i bisogni del tuo pubblico può portare a scelte sbagliate in termini di targeting, messaggi e canali.

In conclusione, le campagne ADV possono essere un potente strumento di marketing, ma è cruciale valutare il contesto specifico dell’azienda, le risorse disponibili, il pubblico target e gli obiettivi di business per determinare se e come integrarle nella strategia complessiva di marketing.

Quali benefici possiamo ottenere integrando le strategie SEO con le campagne ADV?

Quando parliamo di integrare strategie SEO con campagne pubblicitarie (ADV), ci stiamo riferendo a un approccio olistico per massimizzare la visibilità online e il ROI.

Il SEO e l’ADV, sebbene spesso visti come strategie separate, possono lavorare in sinergia per potenziare la presenza online di un brand.

Sinergie tra SEO e ADV

  1. Dati Condivisi: Utilizza i dati delle campagne ADV per informare e ottimizzare la tua strategia SEO.
    Ad esempio, le parole chiave che performano bene in termini di click-through rate (CTR) e conversioni nelle campagne pay-per-click (PPC) possono essere preziose per ottimizzare i contenuti organici.
  2. Brand Awareness: Le campagne ADV possono aumentare la consapevolezza del brand, portando a una maggiore probabilità che gli utenti clicchino sui tuoi risultati organici.
    In questo senso, un forte riconoscimento del marchio può migliorare indirettamente i tassi di clic (CTR) organici.
  3. Contenuti di Qualità: Il SEO si basa su contenuti di qualità che rispondono alle intenzioni di ricerca degli utenti.
    Questi contenuti possono essere promossi anche attraverso campagne ADV per amplificarne la portata e attirare backlink, che sono cruciali per il ranking SEO.
  4. Retargeting SEO-Driven: Utilizza il retargeting nelle tue campagne ADV per raggiungere utenti che hanno interagito con i tuoi contenuti organici ma non hanno compiuto un’azione desiderata (ad es., iscrizione alla newsletter, acquisto).
    Questo crea un ciclo virtuoso tra traffico organico e a pagamento.
  5. Ottimizzazione della Landing Page: Assicurati che le landing page utilizzate per le campagne ADV siano ottimizzate sia per gli annunci che per la ricerca organica. Ciò include la velocità della pagina, l’esperienza utente (UX) e contenuti ottimizzati per parole chiave rilevanti.
  6. Analisi e Monitoraggio: Monitora sia le metriche SEO che quelle delle campagne ADV per una comprensione completa dell’efficacia delle tue strategie. L’uso di strumenti come Google Analytics e Google Search Console può aiutare a identificare opportunità e aree di miglioramento.
  7. Parole Chiave e Ottimizzazione: Focus sulle parole chiave che hanno dimostrato di generare non solo traffico, ma anche conversioni.
    L’analisi delle parole chiave per le campagne ADV dovrebbe andare di pari passo con la ricerca delle parole chiave SEO per scoprire opportunità inesplorate e ottimizzare i contenuti di conseguenza.

In conclusione, l’integrazione tra SEO e campagne ADV richiede una comprensione profonda di entrambi i mondi.

Creando una strategia che sfrutti i punti di forza di entrambi, puoi costruire una presenza online più robusta e performante.

Ricorda che la chiave è mantenere i contenuti centrati sull’utente, fornendo valore e rispondendo alle sue esigenze e domande.

Riepilogando: Strategie SEO VS Campagne ADV

In questo ultimo paragrafo ho riepilogato gli elementi principali delle due strategie.

Differenze:

  • Tempo per i risultati: La SEO richiede più tempo per mostrare risultati tangibili rispetto alle campagne ADV, che possono generare traffico quasi immediatamente.
  • Costo: La SEO ha un costo iniziale per l’ottimizzazione, ma meno spese continue. Le campagne ADV richiedono un budget costante per mantenere la visibilità.
  • Sostenibilità: Il traffico SEO tende a essere più sostenibile nel tempo, mentre quello delle campagne ADV si interrompe non appena si ferma la spesa pubblicitaria.

Punti di forza e debolezza:

  • SEO: Punto di forza è la sostenibilità e il costo-efficacia nel lungo termine. La debolezza sta nel tempo necessario per vedere i risultati e nella complessità delle strategie da implementare.
  • Campagne ADV: Punto di forza è la capacità di generare traffico e visibilità rapidamente, con controllo preciso sul targeting. La debolezza risiede nei costi continui e nella potenziale diminuzione dell’efficacia nel tempo senza ottimizzazione.

Quando utilizzare:

  • Strategie SEO: Ideale per costruire una presenza online a lungo termine, migliorare la credibilità del brand e attrarre traffico organico costante.
  • Campagne ADV: Ottimale per obiettivi a breve termine, come promozioni, lanci di prodotti o per testare nuovi mercati.

In conclusione, la scelta tra Strategie Search Engine Optimization e campagne ADV dipende dagli obiettivi specifici dell’azienda, dal budget disponibile e dalla tempistica. Spesso, la strategia più efficace combina entrambi gli approcci per sfruttare i rispettivi vantaggi e minimizzare le debolezze.

Condividi su