skip to Main Content
15 modi per aumentare il tasso di conversione del sito Factory Communication

15 modi per aumentare il tasso di conversione del sito web

Copywriter & Content Writer

Aumentare il tasso di conversione del sito web vuol dire acquisire clienti

Infatti, il tasso di conversione è la percentuale di utenti che compiono una determinata azione.

Precisiamo che questa conversione può non essere direttamente l’acquisto.

Infatti, il percorso che l’utente fa fino alla sua conversione in cliente pagante (la buyer’s journey) ha varie fasi e l’acquisto è solo quella finale.

Poi, non su tutti i siti web vengono fatte transazioni economiche.

Convertire i clienti può voler dire semplicemente spingerli a contattare l’azienda per una consulenza.

Factory Communication Aumentare il tasso di conversione del sito web vuol dire acquisire clienti

Quali azioni convertono, allora?

Ecco alcuni esempi:

  1. L’iscrizione alla newsletter
  2. L’invio di un form di contatto
  3. Il download di un buono sconto
  4. La richiesta informazioni tramite chat
  5. Il download di un e-book
  6. L’acquisto di un bene o un servizio
  7. ecc.

Ma per tutte le aziende resta un solo obiettivo finale: incrementare le vendite e aumentare il fatturato.

Cosa impedisce ad un sito web di convertire?

Spesso un mix di piccoli elementi difettosi creano un’esperienza poco fluida.

L’utente può sentirsi disorientato di fronte a troppe opzioni.

O semplicemente, il venditore non ha conquistato la sua fiducia.

Di solito i punti deboli si nascondono:

  • nel design della pagina;
  • nel copy dei testi;
  • nei contenuti che non incontrano i bisogni degli utenti;
  • nelle caratteristiche tecniche del sito.

Se ti trovi in questa situazione di impasse, ti chiederai come aumentare il tasso di conversione del tuo sito.

Abbiamo messo giù una checklist di 15 punti, con tutte le tattiche che puoi usare per convertire più clienti e aumentare le vendite.

Scopri cosa impedisce ad un sito web di convertire Factory Communication

Come incrementare le vendite sul tuo sito: la nostra checklist

Prima di analizzare ogni punto della nostra checklist, ecco la panoramica:

    • I moduli sono snelli?
    • Hai mosso le giuste leve: prova sociale, scarsità e urgenza?
    • Hai osservato come si comportano gli utenti sul tuo sito?
    • Hai implementato l’assistenza in live chat?
    • Stai proponendo contenuti di valore per le tue buyer persona?
    • Hai sperimentato più soluzioni con gli A/B Tests?
    • Che fine hanno fatto i carrelli abbandonati dagli utenti?
    • Stai comunicando chiaramente la tua value proposition?
    • La pagina mostra chi sei e cosa vendi?
    • Le CTA sono forti e chiare?
    • Hai eliminato tutto quello che non serve e crea confusione?
    • Stai dando agli utenti dei motivi validi per fidarsi di te?
    • Le pagine sono performanti?
    • Il sito è ottimizzato per la navigazione da mobile?
    • Il processo finale d’acquisto è scorrevole?

Addentriamoci adesso nei dettagli.

1. I form di registrazione

Prima di un acquisto o dell’iscrizione alla newsletter, c’è sempre un form da riempire. Dati personali, indirizzi, preferenze, consenso marketing.

Il modulo è di fatto indispensabile, ma parte del tuo lavoro è semplificare la vita degli utenti. Metti nel form solo i campi strettamente necessari.

Assicurati che sia facile e rapido da compilare per evitare che l’utente si scoraggi e abbandoni il carrello.

I form di registrazione per aumentare il tasso di conversione Factory Communication

2. Prova sociale, scarsità e urgenza

Ci sono tre leve usate dai copy per aumentare il tasso di conversione di siti web, campagne dem o landing page. Sono la prova sociale, la scarsità e l’urgenza.

La prova sociale consiste nel dimostrare che qualcun altro ha già scelto e apprezzato il tuo prodotto.

Puoi usare dati, recensioni, virgolettati. La scarsità e l’urgenza si attivano con espressioni come: “solo un pezzo rimasto”, o “solo per questa settimana”. Vecchi trucchi, sempre validi.

Usa bene queste leve strategiche, ma senza dire bugie agli utenti.

3. L’analisi del comportamento degli utenti

Puoi conoscere il comportamento degli utenti che navigano il tuo sito grazie a tools come Google Analytics. Ti dà le informazioni per prendere decisioni strategiche e aumentare il tasso di conversione.

Se non hai installato Google Analytics, puoi usare un altro tool gratuito online come Hubspot Website Grader. Inserendo la tua email e il dominio, il Grader di Hubspot analizza il tuo sito e ti assegna un punteggio per le performance, l’ottimizzazione SEO, l’ottimizzazione mobile, l’uso del blog ecc.

4. L’assistenza in live chat

Perché non metti a disposizione degli utenti un servizio di assistenza live e immediato?

Una prima scrematura può essere svolta dall’intelligenza artificiale, attraverso i chat-bot. All’operatore umano arriveranno solo i problemi più difficili da risolvere.

Factory Communication Scopri la live chat

5. Le Buyer Personas

A volte il problema è che non stai dando il giusto contenuto alle tue buyer personas. Individua chi è la tua audience ideale e di cosa ha bisogno.

Poi prepara contenuti che abbiano un valore per quelle persone.

Probabilmente vorranno anche raggiungerti o sapere dove sei: localizza i tuoi contenuti.

6. Gli A/B Test

Il font, una parola, un’immagine, la call to action. I dettagli possono fare la differenza per aumentare il tasso di conversione e acquisire nuovi clienti. I test A/B ti aiutano a individuare la combinazione vincente.

7. Campagne DEM per i carrelli abbandonati

Ti sarà capitato di ricevere email di marketing che ti ricordano che hai lasciato un carrello in quel negozio online. Questa strategia può ripagare, soprattutto se includi dei benefit.

Ad esempio? Un buono sconto, magari a tempo.

Campagne DEM per i carrelli abbandonati Factory Communication

8. La value proposition

Tutto il lavoro del copywriter si muove attorno a un perno: comunicare la value proposition del brand. Devi conoscere bene le tue buyer personas e dire loro chiaramente in che modo tu (e solo tu) puoi risolvere quel loro problema o soddisfare quella loro aspettativa.

9. I video, le immagini e i multimedia

Un sito web multimediale ha un impatto migliore. Soprattutto se utilizzi immagini e video per mostrare il tuo prodotto o per parlare del tuo servizio. Se possono vedere con i propri occhi ciò che stanno per acquistare, gli utenti si sentono rassicurati.

10. Le Call to Action

Le call to action sono le spinte finali all’azione. Di solito le trovi nei button finali di una pagina. Sono espressioni come: iscriviti alla newsletter, scarica il whitepaper, prenota adesso, ottieni il tuo codice sconto.

Less is more: è meglio una sola call to action per contenuto.

L'importanza delle Call to Action Factory Communication

11. L’essenziale

Sempre perché less is more, lascia sul tuo sito web solo l’essenziale. Cancella le parole di troppo, le immagini che non servono, le CTA superflue. Traccia un percorso lineare, comprensibile e trasparente per i tuoi utenti. Ti aiuterà a aumentare il tasso di conversione e a incrementare le vendite.

12. La fiducia

Non possono acquistare da te alla cieca. Le persone hanno bisogno di fidarsi. Un sito web curato, un blog aggiornato, link funzionanti, recensioni verificate: tutto questo crea fiducia e facilita la conversione dell’utente.

13. Le performance della pagina

Hai sistemato quasi tutto, ti sembra che i contenuti e il sito siano perfetti, ma le vendite non decollano. Hai controllato le performance della pagina? Neil Patel dice che il 40% degli utenti abbandona una pagina se il caricamento dura più di due secondi.

14. La navigazione da mobile

Quasi tutti oggi navigano da mobile. Anche tu, anche noi. Da smartphone, ci iscriviamo a newsletter e webinar, prenotiamo vacanze, acquistiamo negli e-commerce. Se non hai ottimizzato il sito per la navigazione da mobile, sarà difficile incrementare le vendite.

L'importanza della navigazione da mobile Factory Communication

15. La facilità di acquisto

E se stessi perdono i clienti proprio sul più bello? L’acquisto è la fase finale della Buyer’s Journey e deve essere in discesa. Ci sono degli ostacoli che possono ancora frenare l’utente e impedirne la conversione: form difficili, che non accettano alcuni caratteri; pochi metodi di pagamento; errori di caricamento…
Eliminali.

 

Hai un sito web e vuoi scoprire come incrementare le conversioni?

Leggi questi articoli:

Questo articolo ha 0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back To Top